Home Console Fortnite: fenomeno globale

Fortnite: fenomeno globale

170
Personaggio di Fortnite

Numeri sorprendenti per Fortnite, l’eSport del 2018

Fortnite ha ormai raggiunto cifre di tutto rispetto: i player nel globo sono ormai 125 milioni per un fatturato annuo di più o meno 3 miliardi di dollari americani.

Fortnite: il videogioco del momento

In una ricerca effettuata dal celebre blog statunitense TechCrunch, fondato da Michael Arrington nel 2005, Fortnite ha conseguito un valore di mercato di 15 miliardi, avendo chiuso il 2018 con un guadagno netto di 3 miliardi di dollari.

Fortnite, il gioco sta per iniziare
Fortnite, il gioco sta per iniziare

Un grande successo per chi l’ha pubblicata, ovvero la Epic Games.

Come si è arrivato a ciò?

Il videogioco, ideato da People Can Fly ed Epic Games, è giocabile gratuitamente, di base. Per continuare nella trama del video game è necessario comprare online le estensioni, così come altri prodotti informatici utili al prosieguo dell’epico gioco.

È giocabile su Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Switch, macOS, Windows, Android e iOS. In questo modo veramente tutti possono giocarsi e divertirsi.

Il suo grande successo risiede nel fatto che Fortnite sia stato realizzato come sparatutto in terza persona, con tema centrale quello della sopravvivenza del personaggio che si sceglie a qualsiasi costo, o contro tutti o in team.

I cinesi avevano già fiutato l’affare di Fortnite

Come sempre più spesso sta accadendo in questi ultimi anni, ad aver puntato su Epic Games sono stati i cinesi. Infatti, la società per azioni d’investimento Tencent Holdings Limited, fondata il 12 novembre 1998 da Zhang Zhidong e Ma Huateng, acquisì il 40% dell’azienda americana nel 2014 per 330 milioni di dollari

Non possiamo che fare i complimenti a chi ha avuto questa brillante idea, ampiamente ripagata grazie a Fortnite.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.