Game of Thrones winter is coming
Game of Thrones winter is coming
adv

Il videogioco ufficiale di Game of Thrones, la cui serie televisiva è ufficialmente giunta all’ultima stagione, è stato rilasciato.

Game of Thrones: Winter is coming

Purtroppo per gli amanti del vivo impatto videoludico, dei giochi targati tripla A e delle meccaniche di azione in prima persona, il gioco ufficiale che risponde al nome di Game of Thrones: Winter is coming, è un browser game. 

Una collaborazione di grande impatto quella tra HBO, Warner Bros. Interactive e Yoozoo Game, che permette al giocatore di vivere i dilemmi di un Lord del Westeros, ma andiamo con ordine.

La trama

Come appena detto, il videogioco ci permetterà di indossare i panni di un Lord del Westeros in perenne conflitto con i propri vicini di territorio. Ma difendere il territorio e razziare i nemici sarà solo uno dei tanti aspetti strategici del gioco.

Il gestionale infatti permetterà al giocatore di aumentare le abilità nella raccolta dei viveri e dei materiali necessaria all’avanzamento nel gioco, ma occhio anche alla possibilità di combattere “quasi” in prima persona, che lascerà intravedere i personaggi della saga di Martin!

I punti di forza

Il gioco propone notevoli spunti di apprezzamento: in primis il fatto che sia il videogioco ufficiale di tutta la saga mette a disposizione un notevole bagaglio di characters, citazioni e modalità che, normalmente, sarebbero inutilizzabili in quanto coperti da copyright.

In secondo luogo dà la possibilità di vedere gli scontri che avvengono sul campo di battaglia tramite una visuale ravvicinata. In questo caso c’è da fare una precisazione doverosa: mentre nelle schermaglie semplici si potrà solamente osservare ciò che già è stato deciso dal programma, negli scomparti riferiti alla storia si potrà utilizzare l’abilità del proprio comandante, capovolgendo le sorti dello scontro.

Ultimo spunto, sempre in riferimento alle quest della trama, è apprezzabile la decisione di mettere a disposizione gratuitamente alcuni personaggi chiave del romanzo di Martin in seguito al completamento di alcune di esse.

 

Avatar
Nato a Napoli nel 1993, consegue il diploma di maturità classica presso il liceo Umberto I, dopodiché decide di abbandonare gli studi canonici per dedicarsi alla scrittura ed alla recitazione. Per quest’ultima si trasferirà a Roma, frequentando accademie e laboratori di recitazione, che lo porteranno a tornare a Napoli nel 2017. La scrittura è una passione che, fin dall’adolescenza, è divenuta sempre maggiore, affiancandosi all’amore per il cibo e per i videogiochi.