Genk Napoli
Il Napoli alla prova Genk
adv

Alle 18.55 il calcio d’inizio della seconda gara del Gruppo E di Champions League tra Genk e Napoli

Allo stadio Luminus Arena di Genk andrà in scena la seconda gara di qualificazione valida per il Gruppo E di Champions League tra la squadra belga e il Napoli.

Nella prima giornata la squadra azzurra ha vinto e convinto contro i campioni in carica del Liverpool, invece il Genk è stato travolto per 6 a 2 dal Salisburgo e oggi cercherà in tutti i modi di riscattarsi.

Genk-Napoli: dove vederla

La partita sarà trasmessa in diretta dalle 18.55 su Sky Sport 1 (canale 201 del satellite e 372 del digitale terrestre).  La gara andrà in onda anche sulla piattaforma streaming SkyGo. Il match non sarà trasmesso in chiaro.

Genk-Napoli: le probabili formazioni

Nonostante la pesante sconfitta subita contro il Salisburgo, il Genk continua ad adottare un atteggiamento spregiudicato, confermato, infatti, il 4-3-3. Unico dubbio è in attacco, l’allenatore dovrà scegliere uno tra Bongonda e Ndongala, con il secondo in leggero vantaggio sul primo. Confermata la presenza di Hagi, figlio del grande calciatore rumeno Gheorghe.

Nel Napoli, invece, torna in difesa Koulibaly dopo la squalifica in campionato, al suo fianco Manolas visto anche l’infortunio subito da Maksimovic. A sinistra torna Mario Rui, mentre ci sono dei dubbi sulla fascia destra tra Malcuit, finora poco utilizzato, e Di Lorenzo.

Più certezze, invece, a centrocampo, i ruoli di esterni saranno occupati da Callejon e Insigne (assente contro il Brescia). In mezzo confermato Fabian Ruiz, ad affiancarlo dovrebbe esserci Allan, ma non è escluso l’utilizzo di Elmas.

Solite incertezze, invece, in attacco, dove l’unico sicuro del posto sembra essere Mertens con il partner offensivo da scegliere tra Lozano e Milik.

GENK (4-3-3): Coucke; Maehle, Lucumí, Dewaest, Uronen; Hrosovsky, Hagi, Berge; Ito, Samatta, Ndongala. All: Mazzù

NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens, Milik. All: Ancelotti

Genk Napoli
Stadio del Genk

Le interviste pre-gara

La consueta conferenza pre-partita ha visto intervenire per il Napoli il mister Ancelotti e Koulibaly.  L’allenatore è stato piuttosto vago sulla formazione che scenderà in campo questa sera: “Schiererò la miglior formazione possibile, come faccio sempre. Se poi ci saranno 11 cambi, significa che ho pensato che era giusto fare 11 cambi. Ogni volta che ruoto i calciatori è perché lo ritengo utile”.

Inoltre, è tornato a parlare del deludente secondo tempo contro il Brescia: “Si cerca sempre il massimo, stiamo lavorando bene e dobbiamo fare molto meglio. Questo non significa che non sono soddisfatto della partita contro il Brescia, perché se n’è parlato molto. Bisogna essere critici ma non troppo, guardo mille partite a settimana e non vedo sempre questo grande calcio. Ci sarà sempre da soffrire, altrimenti si va incontro a brutte figure. Nel calcio c’è sempre sofferenza”.

Koulibaly, invece, si è soffermato sulla sua esperienza da calciatore al Genk, dove ha giocato 52 partite segnando 3 reti: “Sono molto felice di tornare qui. Ho giocato nel Genk per due anni, ho buoni contatti e ho parlato con alcuni ex compagni e membri dello staff. Ma ora sono qui da avversario e voglio vincere”.