Kratos
Gow4
adv

God of War non smette di stupire, e chissà che possa regalare anche un superbo DLC come aveva intenzione di fare Cory Barlog

God Of War: quando è troppo, è troppo

“A tutto c’è un limite” dev’essere stata la frase che si è sentito dire Cory Barlog quando hanno tarpato le ali alla sua idea per un DLC di God of War 4. Infatti, secondo un’intervista rilasciata per GameOverKeggy di Kinda Funny, il game director di GOW4 era intenzionato a produrre un DLC di proporzioni epocali, capace di risultare un’esperienza videoludica indipendente dal gioco principale, come è stata la narrazione di The Last of Us: Left Behind.

Nulla da fare

Purtroppo per gli appassionati, però, sembra che il team di Sony Santa Monica non sia interessato a produrre un’avventura simile perché, nonostante sia un progetto in grado di potersi permettere certe ambizioni, la realizzazione potrebbe rivelarsi troppo simile alla trama principale e quindi risultare noiosa e senza ulteriori spunti.

Difficoltà di competizione?

Cory Barlog ha precisato come sia difficile, per un gioco come il tanto amato GOW, rapportarsi con i prodotti di altri team quali Rockstar e Ubisoft. La struttura della creazione dei ragazzi di Santa Monica, infatti, viene definita dal suo stesso creatore “ampia seppur lineare” (wide linear), molto differente da quella di un open world classico alla GTA, ad esempio. Infatti, in merito ha dichiarato che  per raggiungere la complessità che sviluppano queste società c’è bisogno di un consistente numero di persone. “Per quanto ci riguarda, non solo non vogliamo investire in questo aspetto, ma pensiamo che l’importante sia un mondo che sembri vasto ma non vuoto, con molte sorprese da scoprire”. Parole che fanno ben capire quale approccio sia intenzionato a portare avanti nei GOW a venire: un mondo vivo in tutti i suoi aspetti.

Incomprensioni iniziali (Attenzione Spoiler)

Sempre nel corso della stessa intervista, il game director ha ricordato anche della confusione iniziale venutasi a creare all’interno del team di sviluppo tra i diversi membri dello staff, che rischiavano di creare dei veri e propri buchi di trama perché non era ancora chiaro il legame di sangue che intercorreva tra Atreus (o, per chi ha terminato il gioco, Loki) e Kratos.