PC, strumento fondamentale per qualsiasi giornalista
PC, strumento fondamentale per qualsiasi giornalista
adv

Google LLC ha deciso di sostenere, con una sua applicazione, la stampa locale di tutto il mondo. Per una stampa più libera e democratica

Una piattaforma editoriale concepita appositamente per venire incontro alle esigenze della stampa locale. Questa è la grande idea che ha avuto Google LLC.

Newspack: la piattaforma dei giornali per i giornali

L’azienda statunitense di Mountain View ha deciso, dunque, di sviluppare Newspack, piattaforma informatica open source (fonte aperta in italiano), capace di produrre sostanziosi guadagni.

Newspack sarà realizzata dalla piattaforma software WordPress. L’investimento previsto, e annunciato da Google News Initiative, sarà pari a un milione e 200mila dollari, più un altro milione proveniente da altri investitori: ConsenSys, la Lenfest Institute for Journalism e la Fondazione John S. e James L. Knight.

L’obiettivo, come è stato diffuso in una nota, consiste nell’eliminare i diversi ostacoli che impediscono, al giorno d’oggi, di creare giornali online che siano finanziariamente accettabili.

Problema che si riscontra principalmente a livello locale. Tramite Newspack i piccoli editori digitali potranno utilizzare, è il caso di dire finalmente, “un sistema rapido, low-cost e sicuro“, perfetto per le necessità redazionali delle testate web più piccole.

Macchina da scrivere, grande amica dei giornalisti di un tempo
Macchina da scrivere, grande amica dei giornalisti di un tempo

Le tappe verso una piena operatività

Inizialmente saranno dieci i siti d’informazione online che sperimenteranno la piattaforma, per poi giungere tra un anno (nel 2020) a sessanta testate web.

Il grande valore di quest’iniziativa firmata Google

L’applicazione concepita da Google ha una grande importanza per il raggiungimento di una maggiore libertà di espressione. Abbattere i costi e permettere la nascita e la crescita di testate web locali indipendenti rappresentano tutte una grande opportunità di sviluppo democratico.

Più voci si levano a informare l’opinione pubblica di quanto ci accade intorno, maggiore sarà la possibilità di giungere alla Verità e alla conoscenza.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.