Realtà Aumentata
adv

Google sperimenta la Realtà Aumentata su Google Maps, per offrire agli utenti un’esperienza immersiva nei luoghi desiderati e destinazioni facili da raggiungere

Il futuro arriva sulle vostre mappe con la Realtà Aumentata di Google Maps. L’Intelligenza Artificiale verrà utilizzata per immergere totalmente l’utente nei luoghi localizzati, semplificando prontamente l’arrivo a destinazione e ottimizzando la percezione dello spazio circostante.

Street View

La notizia è stata divulgata dal Wall Street Jorunal, che ha avuto modo di testare le versione beta dell’app. Il noto giornalista David Pierce, ha elencato i numerosi vantaggi che questa innovazione porterebbe nel mondo della navigazione. Egli, descrivendo l’esperienza, ha affermato:“ era come se Maps avesse tracciato le mie indicazioni nel mondo reale”

Come funziona?

Google Maps si avvarrà dell’unione di 3 elementi: La geolocalizzazione (GPS), i dati raccolti su Google Street View, e la fotocamera dello smartphone. Quest’ultima permetterà all’app di visualizzare concretamente i luoghi a portata di inquadratura, definirli (nomi delle vie, delle piazze e dei negozi circostanti) e riportali sulle mappe.

La vera rivoluzione, sta nel fatto che, l’utente, potrà visualizzare nitidamente sul suo cellulare il mondo che lo circonda, con tanto di informazioni specifiche sulle strutture e le attività commerciali. Lo schermo sarà diviso in 2 quadri: la sezione principale mostrerà quanto ripreso dallo smartphone in realtà aumentata, con i luoghi di interesse indicati tramite animazioni in 3D; la sezione secondaria mostrerà la mappa ripresa dall’alto, assieme al relativo percorso.

Realtà aumentata solo per i pedoni?

Google pensa, prima di tutto, alla sicurezza degli utenti. Infatti, questo servizio, potrebbe distogliere l’attenzione degli automobilisti dalla strada e causare spiacevoli episodi. Inizialmente, quindi, è probabile che l’opzione sia resa disponibile solo per i pedoni, in attesa di adeguati sistemi di sicurezza.

La nuova tecnologia diviene particolarmente utile in corrispondenza di curve, incroci o altri cambi di direzione. Su un percorso lineare, sarà possibile posare lo smartphone, che, una volta riposto, scollegherà la Realtà Aumentata passando ad una visualizzazione standard della mappa per risparmiare batteria.