google wifi una vera rivoluzione tecnologica
adv

Google ha annunciato da poco anche per il mercato italiano il suo Google WiFi, un router dall’aspetto discreto ed elegante con alcune features parecchio interessanti.

A differenza dei comuni router che possono essere configurati dall’apposita pagina web raggiungibile visitando un IP specifico, Google WiFi ha un’app proprietaria. Cosa è possibile fare con l’app di Google? Quali sono le reali differenze e vantaggi nell’utilizzare questo prodotto invece di varie alternative più economiche?

Google WiFi: cosa è possibile fare con la sua app?

Prima di tutto cerchiamo di fare chiarezza su cosa è Google WiFi e in quali situazioni può essere utile da acquistare. Spesso in case molto grandi vi sono dei punti in cui il segnale della rete WiFi non è pulito né stabile. In queste situazioni affidarsi a un ripetitore può aiutare a colmare la mancanza di copertura di rete.

Il ripetitore utilizzato, però, dovrà essere di buona qualità per riportare un segnale il più pulito possibile. Dalla ripetizione del segnale WiFi verrà creata una seconda rete, configurabile individualmente, con caratteristiche del tutto simili a quella originale amplificata.

Esistono molti router di ottime marche che possono svolgere alla perfezione il loro lavoro, o piccoli ripetitori a cui basta essere collegati ad una presa di corrente per funzionare. Perché allora si dovrebbe scegliere Google Home?

L’app fa la differenza?

Un valore aggiunto del router di Google è sicuramente l’applicazione scaricabile liberamente da Play Store. Con una grafica ben curata e una configurazione guidata molto semplice, appena acquistato il prodotto basterà collegarlo alla rete e all’alimentazione. Una volta avviata l’applicazione, il telefono individuerà il Google WiFi e comincerà la configurazione.

Dall’app si potranno decidere varie opzioni per personalizzare il comportamento del proprio Google WiFi. Purtroppo per gli utenti più esperti, la ricerca di una semplicità di utilizzo che permettesse a chiunque di utilizzare Google WiFi senza problemi, ha richiesto la rimozione di alcune opzioni più avanzate.

Non sarà possibile decidere ad esempio il canale di connessione più sgombro rispetto alle connessioni WiFi circostanti. Anche la possibilità di collegare una periferica di archiviazione al router per utilizzarla come unità condivisa di rete viene a mancare.

Mancano inoltre funzionalità VPN specifiche o la possibilità di aggiungere manualmente filtri da applicare a determinate connessione, come ad esempio il blocco di alcuni siti dai dispositivi dei figli.

Una volta toltisi il dente, è ora il momento di spezzare una lancia in favore delle funzioni che invece sono presenti sui Google Wifi.

Funzionalità dell’applicazione

L’app di Google WiFi permette di ottenere informazioni molto interessanti sulle prestazioni della rete e sull’utilizzo della banda. In pochi click sarà possibile avere un rapporto completo su orari di utilizzo, dati scaricati dai dispositivi e consumo di risorse di ogni device, anche in tempo reale.

Funzionalita dell applicazione

Molto interessanti sono le possibilità offerte dall’app riguardo al controllo della priorità assegnata ad ogni dispositivo. Sarà infatti possibile decidere autonomamente delle fasce orarie per l’utilizzo della rete dei singoli device connessi, per evitare ad esempio che i bambini in casa utilizzino internet la notte invece di dormire, o per ritagliare degli spazi di inattività per alcuni utenti.

È inoltre possibile regolare l’utilizzo di banda dei vari dispositivi per consentire a alcuni devices connessi di usufruire di una connessione “prioritaria” che non sia disturbata dall’utilizzo altrui. Soprattutto in famiglie numerose, è comune che si riscontrino rallentamenti importanti nella connessione se più persone stanno visualizzando, ad esempio, contenuti multimediali online.

Utilizzando la funzione sopracitata, invece, in caso di necessità sarà possibile dare priorità al download di alcune importanti presentazioni di lavoro, invio di mail, videochiamate, videoconferenze e altro ancora.

Un’altra importantissima feature dei Google WiFi sta nella loro possibilità di essere connessi “a cascata”. Immaginando infatti uno studio molto vasto o una casa con giardino o terrazzo, potrebbe essere necessario più di un Google WiFi per coprire l’intera zona in modo efficiente.

Acquistando più di un Google WiFi sarà possibile connetterli fra di loro perché svolgano automaticamente la configurazione necessaria ad ampliare il segnale. Ogni Google WiFi creerà un access point differente, che potrete rinominare dall’app per renderli più facilmente riconoscibile.

i prezzi di google wifi

Prezzi di Google WiFi

Infine i prezzi. Google prevede due opzioni di acquisto per varie esigenze:

  • 139,00 € inclusa spedizione acquistando un singolo Google WiFi
  • 359,00 € inclusa spedizione acquistando tre Google WiFi. Consigliato solo in caso di ambienti superiori ai 200 metri quadrati.