Grafologic un software in grado di identificare lo stato d’animo di una persona dall'analisi della sua grafia
adv

Cristiana Barone, vittimologa di reati su fasce deboli e analista grafologa, ha ideato un software “Grafologic” in grado di identificare lo stato d’animo di una persona dall’analisi della sua grafia

Si è svolta a Napoli, lo scorso 25 ottobre, la presentazione del software “Grafologic”. Al convegno Nazionale sulla grafologia organizzato dalla giornalista Cristiana Barone in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi e con l’Ordine degli Avvocati di Napoli nonché con la Fondazione Castel Capuano e la Biblioteca “A. De Marsico” hanno partecipato numerosi esperti del settore. Tra gli ospiti più eminenti erano presenti il prof. Vincenzo Mastronardi noto criminologo, la grafologa Lidia Fogarolo, il dott. Alessandro Raggi, Psicoterapeuta Psicoanalista, Responsabile Nazionale ANANKE e la Dott.ssa Iolanda Ippolito criminologa e fautrice dei corsi di specializzazione in “Esperti in Tecniche di Indagini e Procedure di Intervento nei casi di Violenza Domestica, Stalking e Femminicidio” nonché Presidentessa dell’associazione Akira che si occupa delle fasce più deboli della società.

Di cosa si occupa la grafologia?

La grafologia è la materia che studia la scrittura e da questa trae le indicazioni per conoscere e tracciare il profilo di personalità dello scrivente. Il presupposto di questo studio si basa sul concetto che la scrittura, superate le fasi dell’apprendimento, diventa un processo automatico, risultato delle risposte motorie ai circuiti neurali. Girolamo Moretti fondatore della scuola italiana di grafologia riteneva, per l’appunto, che l’individuo esprimesse la propria peculiare e complessa attività cerebrale e neuromuscolare nell’atto dello scrivere. In particolare, il metodo di studio cosiddetto morettiano si fonda sull’esame dei segni grafologici sulla loro interazione e attraverso il loro studio individuare le implicazioni psicologiche ad esse sottese.

Come funziona il software?

“Grafologic” costituirà un ottimo strumento di supporto nelle consulenze e perizie grafologiche. Il software di perizia grafologica e grafotecnica nelle proprie analisi utilizza il metodo morettiano. Il software potrà essere utilizzato per analizzare le caratteristiche come i segni grafici, la forza del tratto e perfino la quantità d’inchiostro utilizzata dallo scrivente. Il metodo d’indagine utilizzato dal software identifica la scrittura come un processo automatico ed individua gli automatismi legati al soggetto scrivente. Da queste premesse deriva la possibilità di decodificazione della scrittura per la descrizione della psicologia umana. Centinaia di migliaia di analisi grafologiche confermano la validità interpretativa della scrittura.

Avatar
Mi chiamo Benedetta Greco, nel 2013 mi sono laureata in giurisprudenza, presso l'università Federico secondo di Napoli, con tesi sulla definizione di terrorismo in diritto internazionale (di cui vado molto fiera). Ho collaborato come praticante avvocato abilitato per diversi Studi legali e nel 2016 dopo tre anni di gavetta ho superato con successo l'esame di abilitazione alla professione forense. Le mie esperienze professionali si estendono anche al piano della didattica: nel 2014 ho diretto dei moduli riguardanti la “Legislazione commerciale” e “ Legislazione fiscale” nell'ambito di un corso sui “Requisiti professionali per il commercio” nonché un modulo sui “Riferimenti normativi e legislativi in ambito socio sanitario” rientrante nel corso di studi per l’acquisizione dell’attestato di Operatore socio sanitario.