Guardia di Finanza (Wikimedia Commons)
adv

Amministratore di condominio avrebbe truffato alcuni dei suoi clienti a Napoli. Fermato dalla Guardia di Finanza

Matteo Vozzella (63 anni) è l’amministratore di condominio che avrebbe intascato quasi 70mila euro che dovevano servire per la ristrutturazione di un palazzo sito nel quartiere partenopeo di Fuorigrotta, parte della X Municipalità. 

La contestazione proviene dalla Sezione Reati Economici della Procura della Repubblica di Napoli. 

Intervento della Guardia di Finanza

A notificare la misura cautelare, emessa dalle autorità competenti, a Vozzella è stata, stamattina, la Guardia di Finanza

L’indebita acquisizione di 68mila euro sarebbe avvenuta tramite la società E. D. P., gestita da Vozzella. 

I fatti contestati 

Una ditta romana era stata assunta per lo svolgimento di una serie di lavori nello stabile di Fuorigrotta del quale era amministratore Matteo Vozzella. La cifra preventivata era di circa 200mila euro. La società di Vozzella ha sottoscritto un finanziamento, mai onorato, con una banca. 

Quest’ultima, per rientrare del prestito erogato, ha tentato diverse strade ma l’amministratore non ha collaborato in alcun modo con il condominio. 

Avrebbe anche negato di consegnare i documenti contabili-amministrativi. 

La Guardia di Finanza, è bene ricordarlo, ha anche svolto una perquisizione nell’abitazione dell’indagato.