adv

La protesta per chiedere sostegno economico e misure di rilancio del settore

Le Guide e gli Accompagnatori Turistici si sono riuniti sotto la sede di Palazzo Santa Lucia, sede della Regione, indossando le mascherine e nel rispetto della distanza di sicurezza, esponendo cartelli con i nomi dei principali siti turistici della Campania e con un grande striscione con la scritta “siamo il volto del turismo”.

 

La riapertura dei musei non coincide con la ripresa del lavoro

Vogliamo sollecitare la Regione a supportare in maniera concreta il nostro settore con misure di supporto economicoha spiegato Isabella Ruggiero presidente AGTA. “Servono misure di sostegno e strategie d’accoglienza perché anche se al momento turisti in strada non c’è ne sono, torneranno. Va chiarito come si possono fare le guide turistiche”. “Abbiamo accolto favorevolmente le linee guida del Mibact, sentito il Comitato Scientifico, si parla di riapertura ma senza indicazioni per le visite guidate che sono demandate alle direzioni dei musei”.

Chiediamo che sia dato supporto alla nostra professione che sarà una delle ultime a riprendere. Le misure del governo e della regione, i bonus hanno interessato soltanto una parte dei lavoratori della nostra categoria – dice Maria Caiazzo, coordinatrice guide turistiche del sindacato UILTUCSLe attuali stime dicono che le guide turistiche riprenderanno a lavorare solo nella primavera del prossimo anno”.

Maria Caiazzo – Coordinatrice Guide Turistiche del sindacato UILTUCS

Le richieste delle Guide Turistiche della Campania saranno portate in Giunta

Dopo la manifestazione l’assessore al Turismo Corrado Matera, in una nota, si è impegnato a discutere le richieste avanzate dalle Guide Turistiche con la Guinta e con le strutture tecniche per verificarne la fattibilità. “Tra una settimana saremo di nuovo a confronto per avere risposte precise su ogni proposta presentata”.

Le Guide Turistiche, si legge nel documento presentato, chiedono il riconoscimento dello stato di crisi a lungo termine; la richiesta di bonus economici integrativi fruibili da tutti i vari profili fiscali; la predisposizione da parte della Regione di vauchers spendibili da clienti che acquistano servizi giuda; l’assegnazione di parte dei fondi straordinari previsti per il rilancio e la promozione turistica alle guide e agli accompagnatori turistici al fine di promuovere il territorio con iniziative retribuite di visite guidate dei monumenti; la sospensione e successiva cancellazione  delle imposte regionali.

Francesco Manca