Higuain
Higuain al Chelsea continua il suo momento no. Ora dice addio anche alla nazionale
adv

Dopo una stagione a dir poco travagliata, Higuain dice addio alla nazionale del suo paese

Continua il periodo no dell’attaccante argentino Gonzalo Higuain. Dopo un inizio di stagione da dimenticare nel Milan e la felicità non ritrovata nel Chelsea di Sarri, adesso è arrivato anche l’addio, con qualche polemica, alla nazionale del suo paese.

Higuain ha dichiarato, infatti, che “per la gioia di molti il mio ciclo è finito.” Il giocatore, in realtà, è sempre stato criticato dalla stampa argentina e da molti tifosi per aver fallito nei momenti decisivi.

L’attaccante, dopo l’addio alla Juventus, non ha ancora ritrovato quella giusta serenità che serve per rendere al meglio in campo.

Nonostante ciò, Higuain ha pubblicato sui social una lettera d’addio alla nazionale, questa volta senza polemica.

Higuain il suo addio sui social

Arriva quel giorno che non pensi arriverà mai, ma che quando arriverà sarà molto difficile farlo. Voglio solo ringraziare tutti per gli anni passati nella nazionale: tecnici, fisioterapisti e tutte le persone con cui ho lavorato. Abbiamo avuto momenti di grande felicità e altri più difficili, ma anche in quei momenti si è sempre cercato di lottare e migliorare. Grazie mille Argentina per tutti questi anni che mi hai dato. È stato un onore poter indossare questa maglia.”

L’addio alla Juventus

Fino a giugno del 2018, Gonzalo Higuain era considerato il miglior calciatore che giocasse nel campionato italiano, era osannato dai tanti tifosi juventini ed è sempre stato protagonista anche in alcune sfide decisive, ricordiamo il gol a San Siro contro l’Inter che, in sostanza, diede lo scudetto alla Juventus.

Ma tutto finisce. L’acquisto di Cristiano Ronaldo, tra cartellino e ingaggio, pesa sulle casse della squadra di Torino. Ha imposto, quindi, alla società bianconera un sacrificio: la cessione dell’attaccante.

Infatti, Higuain era uno dei quei calciatori, non più giovanissimi, che potevano permettere alla Juventus di fare un ottimo introito.

Il giocatore, non più indispensabile, accettò con piacere il trasferimento al Milan.

La breve e sfortunata parentesi milanese

Giunto al Milan nel mercato estivo, Higuain è stato accolto come il salvatore della patria, come colui che poteva far ritornare la squadra ai fasti di un tempo. Un acquisto del genere, in effetti, non si vedeva da tempo per i rossoneri.

L’inizio è stato anche promettente, bene in campionato e subito in gol in Europa League, ma arrivarono ben presto le difficoltà.

Complice anche un periodo no della squadra, Higuain non riesce più a rendere, sembra che giochi svogliatamente e si arrabbia facilmente con i compagni.

L’apoteosi della disfatta arriva durante la sfida in campionato contro la Juventus dove prima sbaglia un rigore e poi perde la testa facendosi espellere. Cosa che era già successa a Napoli.

Indice sicuramente del fatto che il calciatore ha bisogno di un ambiente sicuro dove non deve essere lui al centro del progetto.

Higuain
Sembrano lontani i tempi di un Higuain felice alla Juventus

Svolta Chelsea?

Dopo questa sfortunata esperienza in rossonero, il calciatore punta sul sicuro e torna dall’allenatore Maurizio Sarri, che lo ha portato a scrivere un pezzo di storia del campionato italiano: capocannoniere con 36 gol.

Anche il Chelsea ha bisogno del giocatore, infatti la squadra londinese viene da un periodo molto negativo, ma il suo arrivo sembra non bastare.

In questa prima fase non si vede l’Higuain del Napoli, anzi, nonostante qualche gol, non sembra ancora integrato nei meccanismi della squadra.

Tra club e nazionale sembra proprio una stagione no per l’attaccante. Riuscirà a riprendersi? Difficile dirlo, le qualità ci sono: deve solo ritrovare la giusta serenità.