adv

Horizon Zero Dawn arriverà per pc la prossima estate. Questa notizia abbatte i muri delle esclusive per Sony, cosa cambierà?

Si attendeva da diverso tempo l’annuncio della versione PC di Horizon Zero Dawn e inaspettatamente è arrivata senza troppi preavvisi.

Nonostante sia sopraggiunta alla nostra attenzione senza fare troppo rumore, il videogioco avrà sicuramente un riscontro molto più ampio all’interno del panorama videoludico, soprattutto perché a breve vi sarà l’arrivo di PlayStation 5.

Il gioco è disponibile su Steam, tuttavia questa uscita sulla piattaforma per PC segna un cambiamento importante per quanto riguarda l’esclusiva a marchio Sony.

Il titolo è il primo in assoluto ad essere prodotto sia per Sony che per PC, abbattendo i muri delle esclusive.

Horizon Zero Dawn non può più essere classificato con la dicitura only on PlayStation e probabilmente questo cambiamento segna l’apertura da parte di Sony verso altre piattaforme.

Horizon Zero Dawn: abbatte i muri dell’esclusiva

Quindi non solo giochi per PlayStation che da sempre aveva basato il suo sistema sulla varietà e la qualità delle esclusive, dichiarando la console come il miglior sistema su cui giocare.

Recentemente anche altri prodotti unicamente apparsi su sistemi Sony hanno emigrato su altre piattaforme. Ad esempio Heavy Rain e Detroit become Human realizzati da Quantic Dream sono stati prodotti anche per PC, allo stesso modo a giugno Death stranding di Kojima Production arriverà sulla nuova piattaforma.

Nonostante questi anticipi, l’arrivo di Horizon Zero Dawn su Steam cambia la visione dei giochi esclusivi per Sony e la motivazione è da rintracciarsi nella lista dei Team interni di Sony.

Infatti, Quantic Dream e Kojima Production non sono di proprietà della società nipponica, ecco perché il passaggio da console a PC non ha generato lo stesso clamore mediatico il rispetto ad Horizon.

La Guerrilla Games, produttrice di Horizon Zero Dawn, appartiene invece a Sony e quindi si configura come uno dei suoi studi first party più gettonato. Ecco perché l’arrivo di Aloy su Steam potrebbe rappresentare l’arrivo anche di altre esclusive Sony.

Horizon Zero Dawn: segna veramente un’apertura verso altre piattaforme?

Ma come abbiamo detto “potrebbe rappresentare la possibilità di arrivo di altre esclusive”, infatti Hermen Hulst, il presidente di Worldwide Studios e prima ancora di Guerrilla Games, ha sottolineato che l’arrivo di Horizon per PC non implica il porting di altre esclusive first-party.

Probabilmente le dichiarazioni di Hulst sono servite a tenere a bada gli animi della community già in fermento rispetto alla notizia appena data.

Tuttavia la mossa di Sony non può in alcun modo rappresentare un caso isolato, sicuramente alla base vi è una strategia volta ad estendersi e ad aprirsi a nuove idee.

Gli stessi sviluppatori non sembrano indietreggiare di fronte alla proposta di diffondere i propri prodotti sulla maggior parte delle piattaforme possibili, come ad esempio Mark  Healey, il direttore creativo di Media Molecule, ha espresso il desiderio di proporre Dreams su altre piattaforme come il PC.

Horizon Zero Dawn: Sony come Microsoft?

Con questa mossa è probabile che Sony voglia avvicinarsi alla strategia adottata già da Microsoft, la quale aveva pensato le sue esclusive per Xbox anche su sistemi Windows 10.

Microsoft con questa scelta ha messo in atto un piano molto coraggioso che al momento batte la concorrenza e crea un ecosistema perfettamente condiviso su PC e console che viaggiano di pari passo.

Oltretutto la casa di Redmond a questa condivisione di giochi ha abbinato il Game Pass, in cui vengono inserite tutte le esclusive Microsoft come il recente Ori and the Will of the wisps

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.