Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro i nuovi modelli in arrivo
adv

Nonostante il ban di Trump e i timori sulla compatibilità con l’ecosistema Google-Android, la casa cinese riparte all’attacco

I nuovi modelli dell’azienda cinese sono pronti per entrate sul mercato mondiale. Tutto ciò nonostante il blocco firmato dal presidente degli Stati Uniti d’America la scorsa estate, che in pratica paventa il blocco dei rapporti della Huawei con qualsiasi azienda americana. 

Nuovi annunci e vecchie ruggini

Nonostante gli impedimenti imposti dal presidente degli USA, Huawei è riuscita a portare sul mercato i suoi nuovi smartphones: Huawei Mate 30 e Huawei Mate 30 Pro. A dispetto degli impedimenti, però i nuovi modelli di punta del gigante asiatico mantengono un alto livello di performance e una fotocamera ai vertici di categoria. Ma il sistema operativo?

Open source

I nuovi Huawei adotteranno un sistema Android Open Source. Ciò permetterà la gestione anche manuale del telefono. Il limite consisterà nel non trovarsi installate alcune applicazioni dell’ecosistema della casa di Redmont. Tra queste troviamo: Google Chrome, Gmail, YouTube, Maps, ecc. Insomma. Le principali applicazioni Google. Dove e come gli utenti riusciranno a recuperare queste applicazioni per il momento non si sa. Una mancanza di informazioni che alimenterà purtroppo voce speculative a discapito del brand e probabilmente rallenterà le vendite dei nuovi modelli.

La notizia certa però è che gli utenti Huawei continueranno a usare Androide non Harmony.

Huawei Mate 30 pro

Il Huawei versione Pro è quello più apprezzato dagli utenti. È caratterizzato da un display oled Horizon da 6,53 pollici con i bordi arrotondati lateralmente. La cornice è pressoché assente. Il display ha una risoluzione massima di 2400×1175 pixel. Le quattro camere posteriori richiamano una Leica professionale, infatti, ha una fotocamera cinematografica da 40 MP, una SuperSensing Camera sempre da 40 MP, una da 8 MP per il tele e la collaudata presenza del sensore di profondità ToF.

Tra i plus merita una menzione anche il super slow motion a 7680 fotogrammi al secondo. I fotografi invece apprezzeranno il secondo sensore SuperSensing in grado di catturare il 40% di luce in più rispetto ai sensori rgb che porta la sensibilità finale a un ragguardevole traguardo di 409.600 ISO. Il teleobiettivo possiede uno zoom ottico 3X, che sale a 5X nella versione ibrida e a 30X per lo zoom digitale.

Caratteristiche generali

Finalmente è stato inserito nei modelli Huawei Mate Pro il 5G. la batteria arriva a 4500 mAh sul Pro e 4200 mAh sul fratello minore. In aggiunta vi è anche il supporto alla ricarica via cavo da 40 watt e a 27 watt per quella wireless.

La novità dei modelli è nella nuova funzione che nasconde le notifiche se ci sono occhi indiscreti nei dintorni. Altra novità è la funzione side-touch interaction, ovvero la disponibilità dei comandi del controllo volume presenti virtualmente sul display, facilmente posizionabili sia a destra sia a sinistra dello schermo, una soluzione ideale per i mancini.

Date e prezzi

La data di uscita in Italia dei telefoni non è stata ancora rilasciata, tuttavia probabilmente entro la fine dell’anno gli utenti italiani potranno acquistare i nuovi smartphones Huawei. I prezzi si aggireranno attorno i 799 euro per la versione 8+128GB; 1.099 euro per il Pro da 8+256GB; 1199 euro per il Pro 5G (sempre 8+256GB).