adv

Lo smartphone pieghevole è il prossimo obiettivo di Huawei che aveva ne annunciato l’uscita a breve, rimandata a settembre

A dare la notizia è stato lo stesso Vice presidente della casa di telefonia cinese Huawei, Vincent Peng, il quale ha dichiarato apertamente che si necessita di ulteriori test prima di poter mettere in commercio l’ultimo gioiellino tecnologico.

Huawei: il ritardo non è causato da Trump

Questo fa ben sperare che non ci sia alcun collegamento con il bando di Trump, secondo cui la Huawei sarebbe stata inserita in una lista di società potenzialmente a rischio per la sicurezza nazionale e gli interessi di politica estera americana.

Huawei Mate X

La decisione di Donald Trump ha ovviamente avuto conseguenze notevoli, prima fra tutte la rottura dei rapporti con Google.

Gli smartphone del colosso cinese non avranno più accesso agli aggiornamenti Android e di conseguenza alle nuove funzionalità di Google Play Store, YouTube e Gmail.

Nel frattempo, Huawei ha già provveduto a far sapere tramite il portavoce del ministero degli Esteri, Lu Kang, che il governo appoggerà la compagnia nel ricorso ad armi legali e difesa dei diritti legittimi.

Di tutta questa storia, l’Italia sarebbe la nazione che potrebbe subire maggiormente le conseguenze della scissione Google-Huawei, anche se al momento tutti i possessori di apparecchiature elettroniche targate Huawei sono esenti da tale rischio.

Il lancio del nuovo Mate X

Il primo smartphone pieghevole della storia è targato Huawei, il colosso cinese che tiene testa a Samsung e iPhone.

Al momento è stata rimandata l’uscita del nuovo Huawei Mate X, poiché come dichiarato dal Vice presidente senior  Huawei Vincent Peng al Wall Street Journal, il motivo sarebbe legato a questioni tecniche.

Servono altri test per poter effettivamente lanciare sul mercato un prodotto simile.

Investire altro tempo per apportare migliorie al Mate X non può far altro che bene, ma sicuramente potrà garantire la produzione di un prodotto di altissima qualità, soprattutto per lo schermo pieghevole.

 Mate X  Mate X Mate X

Chiaramente il Wall Street Journal ha voluto sincerarsi che la scelta non fosse dovute agli ultimi avvenimenti accaduti con Trump e Google, ma Peng ha confermato che alla base vi sono ben altre necessità.

Attualmente il bando di Trump è stato sospeso per 90 giorni, fino al prossimo 19 agosto, pertanto è lecito chiedersi se il Huawei Mate X avrà o meno il sistema operativo Android.

Tuttavia, porsi questa domanda non ha molto senso, poiché per un dispositivo così innovativo sarà già complicato fare colpo sul mercato, figurarsi con un nuovo sistema operativo. Diverrebbe tutto troppo rischioso.

Inoltre, i tempi tecnici per pensare di ottimizzare non solo le funzionalità del dispositivo ma anche quelle del sistema operativo sono troppo brevi considerato che l’uscita è prevista per settembre.

Lo stesso Vincent Peng ha affermato che occorrono almeno 6-9 mesi per preparare al meglio il nuovo “os”.

Sussiste anche un ulteriore motivazione, ovvero che l’uscita del Mate X non è coinvolta nel provvedimento presidenziale di Trump, dato che è stato presentato prima della pubblicazione della Entity List.

Huawei Mate X aperto e chiuso

Per questo ci si aspetta che il sistema operativo sia ancora Android, i dubbi restano forti per i modelli in uscita nei prossimi mesi.

Per avere qualche dettaglio in più sul nuovo dispositivo consigliamo la lettura del seguente articolo.

Per quanto riguarda invece l’uscita dello smartphone pieghevole Samsung Galaxy Fold non vi sono ancora notizie circa la data.

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.