Arma dei Carabinieri
adv

Oggi, 29 luglio 2019, si stanno celebrando le esequie del carabiniere Mario Cerciello Rega

In questo momento si stanno tenendo le esequie dell’eroe Mario Cerciello Rega, il vice brigadiere dell’Arma dei Carabinieri ucciso tra giovedì e venerdì scorsi.

Le esequie di Mario Cerciello Rega

Le esequie stanno avvenendo nella chiesa francescana di Santa Croce di Santa Maria del Corso a Somma Vesuviana, città di origine del carabiniere. La chiesa è gremita di gente e di militari dell’Arma, come già occorso per l’ultimo saluto romano, domenica 28 luglio, in Piazza del Monte di Pietà.

Durante il funerale, la Benemerita ha reso onore al collega caduto con un picchetto d’onore, in alta uniforme. Monsignor Santo Marcianò, dell’Ordinariato Militare, officia la funzione funebre.

I partecipanti

È presente una delegazione dei Cavalieri dell’Ordine di Malta del quale faceva parte Rega. La città campana ha espresso il suo cordoglio per l’accaduto con un giorno di lutto cittadino. Tra le autorità presenti ricordiamo: Luigi Di Maio e Matteo Salvini, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, la Sindaca di Roma Virginia Raggi e il Presidente della Camera Roberto Fico.

Rosa Maria Esilio, la moglie del milite, pur affranta dal dolore leggerà una preghiera dopo l’omelia.

All’esterno della chiesa sono state esposte diverse corone di fiori inviate dal Presidente della Repubblica (Sergio Mattarella), dai Presidenti del Senato e della Camera (Maria Elisabetta Casellati e Roberto Fico), dal Ministro della Difesa (Elisabetta Trenta), dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e dalla Compagnia Roma Centro, alla quale apparteneva Mario.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.