Brian De Palma
Brian De Palma con John Travolta sul set del film Blow Out
adv

Per l’11° appuntamento della rubrica “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi”, vi parleremo di Brian De Palma

Per l’11° articolo della rubrica settimanale “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi” del giornale online PSB Privacy e Sicurezza, vi parleremo di un regista che si è cimentato in numerosi generi cinematografici, spaziando dall’horror al thriller, dal gangster movie alla fantascienza: Brian De Palma.

In questi giorni è nelle sale con il suo nuovo film: Domino, con gli attori di Game of Thrones Nikolaj Coster-Waldau e Carice van Houten.

Brian De Palma: biografia

Brian Russell De Palma nasce a Newark, nel New Jersey, l’11 settembre 1940. Figlio di Anthony De Palma, un ortopedico statunitense figlio di immigrati italiani originari della provincia di Foggia e di Vivienne Muti, anch’essa figlia di immigrati italiani. Nonostante un’educazione fortemente cattolica frequenta una scuola protestante e si appassiona fin da subito di cinema.

Brian De Palma: filmografia

Il regista è noto a livello internazionale grazie a numerosi film che sono entrati di diritto nella storia del cinema: Carrie, Scarface, Carlito’s Way e Gli Intoccabili (in quest’ultimo caso Sean Connery vinse un Oscar come miglior attore non protagonista.)

Con Scarface e Carlito’s Way si instaurò un grande rapporto professionale con Al Pacino, le interpretazioni dell’attore in questi due film sono indimenticabili.

Facciamo, però,  un passo indietro, vediamo da dove ha cominciato. La prima pellicola di De Palma è Murder à la Mod (1968) dove ottiene un buon successo. Subito dopo lavora con Robert De Niro in Ciao America! (1968), con cui vinse l’Orso d’Argento a Berlino, e il  seguito del film, Hi, Mom! (1970).

Riesce a lavorare anche con Orson Welles nella commedia Conosci il tuo coniglio (1972). Con il lungometraggio Il fantasma del palcoscenico (1974) ottiene il successo definitivo.

Dirige il primo film di Mission:Impossible capostipite di quella che diventerà una serie cult.

Gli ultimi anni

Gli ultimi anni della sua carriera non sono entusiasmanti, possiamo ricordare Mission to Mars (2000), con Tim Robbins e Gary Sinise, ma è un film di quasi vent’anni fa e l’ultimo che è uscito al cinema, Domino, è stato attaccato dalla critica e dal pubblico.

Nonostante ciò, sarà sempre ricordato e apprezzato per la maggior parte dei lavori entrati nella storia cinematografica e che sono stati presi da esempio dai nuovi registi. Inoltre, ricordiamo che prese parte al movimento New Hollywood che designa il periodo di grande rinnovamento del cinema statunitense, avvenuto tra gli anni sessanta ed i primi anni ottanta, insieme ai suoi colleghi Martin Scorsese, Steven Spielberg, Francis Ford Coppola, Woody Allen e molti altri.