Keanu Reeves
Keanu Reeves, da Matrix a John Wick, numerosi sono i suoi film di successo
adv

Per il 7° appuntamento della rubrica “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi” vi parleremo di Keanu Reeves

Per il 7° articolo della rubrica settimanale “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi” del giornale online PSB Privacy e Sicurezza, vi parleremo di un personaggio molto apprezzato dal grande pubblico: Keanu Reeves.

Dopo che nelle scorse settimane ci siamo occupati esclusivamente di grandi registi, del presente e del passato, da oggi iniziamo anche con gli attori.

Keanu Reeves: biografia

Keanu Reeves è nato a Beirut, in Libano, il 2 settembre del 1964. I suoi genitori si incontrarono proprio nella capitale libanese dove decisero di sposarsi. Il matrimonio, però, ebbe vita breve e già nel 1966 Keanu e la madre si trasferirono a Toronto, in Canada.

La grande passione e il talento per l’hockey sul ghiaccio gli aprirono le porte del professionismo di questo sport ma, complice un infortunio alla mano, dovette interrompere l’attività agonistica.

Poca fortuna anche nello studio. Non finì mai il liceo e si ritirò dagli studi a 17 anni, a causa soprattutto della dislessia. Dopo l’addio alla scuola incominciò a frequentare diversi corsi di recitazione.

Keanu Reeves: filmografia

Keanu Reeves inizia la sua carriera d’attore nel 1985 e viene ricordato maggiormente per aver interpretato Neo nella trilogia di Matrix. Sicuramente sono stati i film simbolo della sua carriera e che l’hanno fatto conoscere alla massa, ma sarebbe un errore considerarlo solo per queste opere.

Tra i suoi film di maggiore successo possiamo includere:

  • Point Break, lungometraggio del 1993 di Kathryn Bigelow, dove interpreta un agente dell’FBI, Johnny Utah, che deve infiltrarsi all’interno di una banda di rapinatori di banche che si rilevano essere un gruppo di surfisti. Qui Johnny subisce una forte influenza del leader della banda, Bodhi, del quale apprezza molto lo spirito;
  • Piccolo Buddha, pellicola del 1993 diretto da Bernardo Bertolucci, dove l’attore ha la parte proprio del Buddha, un’opera che per Keanu a un valore importante: “Fare quel film per me è stato un dono, mi ha cambiato la vita”;
  • Speed, del 1994 (Oscar al sonoro e al montaggio sonoro), dove interpreta Jack Traven, un agente di polizia di Los Angeles, che deve fermare un terrorista che piazza bombe in giro per la città;
  • L’avvocato del diavolo, del 1997, dove impersona proprio il difensore del diavolo, interpretato da Al Pacino.

Per ultimo, occorre citare a parte la trilogia di John Wick che ha dato un nuovo slancio alla carriera di Keanu Reeves. Qui è un killer professionista in pensione che torna in careggiata dopo l’uccisione del suo cane, ultimo regalo della moglie defunta. Una saga talmente fortunata e campione di incassi da far progettare anche il quarto capitolo.

Keanu Reeves
Keanu Reeves in una scena di Matrix

Una difficile vita privata

Keanu Reeves è molto apprezzato dal pubblico, oltre che per le sue interpretazioni, anche per come ha affrontato i numerosi problemi della sua vita privata.

Nel 2000, la sua primogenita avuta dalla fidanzata e attrice Jennifer Syme, morì pochi giorni dopo la nascita. Dopo l’accaduto la coppia si separò e nel 2001 la sua ex perì in un incidente stradale.

A tutto ciò si aggiunge la leucemia della sorella che ha vissuto a lungo in Italia, in particolare a Capri, per alleviare i dolori della malattia.

Una vita privata, quindi, molto travagliata che l’hanno portato però ad avere l’appoggio incondizionato dei suoi fan.