Lina Wertmuller
Lina Wertmuller riceverà l'Oscar alla carriera. Foto bergamonews.it
adv

Per il quinto appuntamento della rubrica “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi” vi parleremo di Lina Wertmuller

Per il quinto articolo della rubrica settimanale “I protagonisti del cinema di ieri e di oggi” del giornale online PSB Privacy e Sicurezza, vi parleremo della prima donna candidata all’Oscar come miglior regista: Lina Wertmuller.

È notizia proprio di questi giorni che riceverà, nei prossimi mesi, il meritatissimo Oscar alla carriera.

Lina Wertmuller: biografia

Lina Wertmuller, all’anagrafe Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, è nata a Roma il 14 agosto 1928 ed è, oltre che una regista, anche una sceneggiatrice.

L’amore per il mondo dello spettacolo la coinvolge fin da giovane, infatti già all’età di diciassette anni si iscrive all’Accademia Teatrale e dirige, per alcuni anni, alcune rappresentazioni con i burattini.

Collabora con numerosi registi teatrali e lavora per la radio e per la televisione (Canzonissima e a Il giornalino di Gian Burrasca).

Si affaccia al mondo cinematografico come aiuto regista e attrice nei film di Federico Fellini La dolce vita e 8½.

Nel 1963 debuttò alla regia con la pellicola I basilischi.

Lina Wertmuller
“Io speriamo che me la cavo” è un film del 1992 diretto da Lina Wertmuller

Lina Wertmüller: filmografia

Dalla sua prima opera agli inizi degli anni ’60 sono succeduti numerosi altri lungometraggi. Tra le sue numerosissime pellicole ne citeremo solo alcune, quelli più note al grande pubblico.

Mimì metallurgico ferito nell’onore, un film del 1972 presentato in concorso al 25° Festival di Cannes, con protagonisti Giancarlo Giannini e Mariangela Melato.

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto del 1974 di cui è stato realizzato un remake dal titolo Travolti dal destino (Swept Away) diretto da Guy Ritchie, con protagonisti Madonna e Adriano Giannini figlio di Giancarlo.

Pasqualino Settebellezze, candidato a quattro Premi Oscar nel 1977: migliore regia, miglior film in lingua straniera, miglior attore protagonista e migliore sceneggiatura originale. Per questo lungometraggio per la prima volta una donna ha ricevuto la nomination come miglior regista.

Sabato, domenica e lunedì, tratto dall’omonima commedia di Eduardo De Filippo, il film nacque prima per la televisione e poi successivamente ne fu ricavata la versione cinematografica. Protagonisti Sofia Loren e Luca De Filippo.

Io speriamo che me la cavo, con protagonista Paolo Villaggio alle prese con la difficoltà di insegnare in un contesto territoriale molto complicato.

Oscar alla carriera

Il 27 ottobre 2019 Lina Wertmuller, insieme a David Lynch, Wes Studi e Geena Davis, riceverà il premio Oscar alla carriera.

La regista, appena saputo del riconoscimento ricevuto, ha dichiarato: “Non me lo aspettavo, ma lo prendo volentieri. Sono sorpresa, ma anche molto contenta”.

L’autrice lo dedica ai suoi affetti più cari: “Mi fa piacere dedicare l’Oscar a Enrico Job, compagno di vita e di lavoro e a nostra figlia Maria”.

L’Academy ha motivato la scelta perché Lina Wertmüller “si è distinta in modo straordinario lungo la sua carriera e per il contributo eccezionale dato al cinema”.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.