vaccini
adv

La comunicazione digitale appare oggi fondamentale per una funzionale propagazione delle notizie utili sui vaccini, andando a contrastare una sempre crescente disinformazione

La tecnologia e il web sono strumenti sempre più adoperati per le campagne di sensibilizzazione e informazione sui vaccini.

Diverse di queste iniziative, hanno preso vita grazie al programma e al concorso #Perchési di Sanofi Pasteur Italia, e sono ora raccolte nel libro omonimo edito da Carocci

#Perchési

Dal testo emerge come piattaforme interattive digitali, narrazioni transmediali, geolocalizzazione e QR code siano considerate buone pratiche di comunicazione del valore dei vaccini.

I progetti sono stati sviluppati da 30 studenti, futuri comunicatori medico scientifici, che hanno pensato e scritto 10 campagne sui vaccini insieme alle istituzioni della sanità pubblica.

Le idee sono state maturate in occasione del contest e dell’hackaton lanciato negli scorsi mesi dalla divisione vaccini di Sanofi. La competizione ha portato ad un team vincitore, che è volato a Copenaghen guidato dall’italiana Simona Maschi per un master intensivo all’Interactive Design.

Dichiarazioni illustri

Il volume è stato presentato a Milano in occasione dell’Open Innovation Summit di Startup Italia 2018. Il Ceo di Sanofi Pasteur Italia, Mario Merlo, ha evidenziato quanto questo sia il format ideale per generare contaminazioni tra il mondo delle startup e quello delle aziende. La risolutezza a proseguire il prossimo anno con la seconda edizione del testo c’è.

Paolo Bonanni, Professore di Igiene all’Università degli Studi di Firenze e co-Presidente della giuria di #PerchéSì ha inoltre sottolineato quanto nei tempi moderni la disinformazione evolva di pari passo col progresso scientifico,  quanto sempre più spesso si diffondano false notizie sui vaccini e quanto il loro reale valore venga mistificato.

È chiaro, aggiunge il docente, che bisogna contrastare questo flusso di falsità con informazioni scientifiche autorevoli in quanto i vaccini sono la scoperta medica più importante fatta dall’uomo.

Nuove tecniche per diffondere i vaccini

Per fortuna sempre maggiori sono le iniziative per diffondere i vaccini anche nei paesi meno fortunati.

Lo scorso lunedì nella Repubblica di Vanuatu, piccolo stato dell’Oceano Pacifico Meridionale, è partito un progetto che vede i droni protagonisti nella distribuzione dei vaccini in tutto il territorio, per rendere il processo più pratico e economico e superare le difficoltà logistiche.