sanita digitale regione puglia
adv

Un passo importante nel campo dell’assistenza gratuita ai malati cronici, è stato fatto in questi giorni dalla Regione Puglia.

Ci sono malattie croniche che possono, purtroppo, colpire anche soggetti in età infantile, una di queste è il Diabete.

È la patologia cronica che ha la più vasta diffusione in special modo nei paesi industrializzati.

L’aumento della popolazione anziana è uno dei motivi dell’innalzamento del numero di diabetici, ma sicuramente sono anche sotto accusa le cattive abitudini alimentari, il sovrappeso che ne consegue e che spesso sfocia nell’obesità.

Non ci aiuta la sedentarietà, né il modo di fare la spesa, e da non sottovalutare è anche l’aspetto economico, infatti meno capacità di acquisto è pari ad una cattiva qualità di cibo acquistato.

Esistono nuove tecnologie che possono rendere la vita dei malati diabetici più semplice e sono questi i presidi messi a disposizione gratuitamente dalla regione.” Questa la dichiarazione del governatore Michele Emiliano in giunta, dopo un tavolo tecnico di lavoro HTA, organizzato dalla stessa Regione che ha visto la presenza del prof. Giorgino responsabile scientifico HTA[1].

Il lavoro è stato svolto tenendo conto di tre principi importanti come: equità, eguaglianza e giustizia e creando una sinergia tra le forze politiche, le associazioni dei pazienti, i tecnici e gli scienziati; tutto ciò ha portato ad una decisione ponderata con una giusta distanza tra politica e scienza con un unico fine: il benessere del paziente e l’avanguardia nel nostro ordinamento sanitario.

È stato questo un caso raro, se non unico, in cui la politica ha ascoltato gli ammalati e gli scienziati preposti al loro benessere.

La condivisione del lavoro, tra queste entità così diverse, ha permesso anche la riorganizzazione del sistema di assistenza dei diabetici proprio attraverso questi nuovi dispositivi.

Sono in questo modo stati rispettati quei valori che aveva enunciato il Governatore come l’equità negli accertamenti per coloro che hanno diritto alle prestazioni, eguaglianza negli approvvigionamenti dei prodotti, nei tempi, nei modi e nelle quantità e la massima eguaglianza nell’eseguire i protocolli sanitari in ogni parte della regione e quindi l’utilizzo delle stesse tecniche per il controllo continuo della glicemia e le infusioni di insulina, controlli vitali per i diabetici.

È necessario per poter usufruire di questi presidi sanitari di uno specifico piano terapeutico specialistico, la loro distribuzione avverrà esclusivamente attraverso le farmacie pubbliche delle A S L.

Tutto questo lavoro è stato finalizzato non solo a curare il Diabete ma anche a prevenire l’aggravarsi della malattia stessa.

Queste tecnologie all’avanguardia sono di vitale importanza per i pazienti affetti da tale patologia ma, soprattutto, sono estremamente utili per un miglioramento concreto della loro qualità di vita che merita, indubbiamente, la stessa attenzione e la stessa dignità.

[1] Health Technology Assessment 

Avatar
Un po’ di me...mi chiamo Patrizia, amo la mia città. Adoro girare per le sue strade intervistando persone comuni per rimanere sempre legata alle tradizioni storiche, artistiche e fantastiche della mia città. Ritengo alcuni valori fondamentali, il senso di appartenza, la memoria, il rispetto per l’altro. Sono molto attiva nel campo del sociale collaborando con un CAV di cui sono anche socio, in qualità di counselor. Adoro fotografare e scrivere, amo leggere romanzi storici italiani o stranieri, in modo particolare amo gli scrittori dell’America latina, Gabriel García Márquez, Isabel Allende, Paulo Coelho, Jorge Amado, Sivulpeda. Tra gli scrittori italiani, oltre ai grandi classici, come Manzoni, tra i moderni e contemporanei Enzo Striano e il mitico Maurizio De Giovanni. Eccomi questa sono io Storia e Leggenda, Mito e Realtà in breve il resto lo lascio a voi