Il signore degli anelli
Il signore degli anelli
adv

Il Signore degli Anelli, di cui Amazon ha acquistato i diritti, sembra avere qualche sorpresa in serbo per noi.

Il Signore degli Anelli

Che Amazon avesse acquisito i diritti dell’opera di Tolkien e volesse farne un adattamento in serie televisiva è una notizia alquanto vecchia e non ci stupisce più di tanto. D’altronde, perché lasciarsi scappare l’opportunità di portare sul piccolo schermo una trilogia cinematografica che è stata osannata da tutti e ch’è riuscita a portare a casa anche numerosi riconoscimenti, tra cui gli ambiti premi oscar? In fondo, Il Signore degli Anelli ha riscosso troppo successo per non tornare in auge ora che siamo nell’era dei remake.

Amazon

Ebbene, Amazon non si è tirata indietro e, appena ne ha avuto la possibilità, ha acquisito i diritti per produrre una serie televisiva che riguardasse l’opera di Tolkien. Non è così strano, visto l’andamento delle recenti serie televisive, pensare che sarà un’opera ad altissimo budget e con un cast d’eccezione. Restando in tema Amazon, infatti, è bene ricordare che la produzione sta sfornando capolavori ed acquisendo i diritti di moltissime opere. Tra le nuove proposte, infatti, Good Omens sembra essere quella che andrà per la maggiore, mentre American Gods, cui si è arrivati alla seconda stagione, pare possa addirittura rivaleggiare con l’epico Game of Thrones. Insomma, non resta che rimanere sintonizzati su Amazon Prime Video e tenere alte le aspettative che, siamo certi, non verranno deluse.

Ambientazione

Tantissime indiscrezioni circolano riguardo quella che sarà l’ambientazione di questa meravigliosa idea di lavoro. Infatti, da che inizialmente l’idea era quella di incentrare tutto il prodotto sulla giovinezza del prode Aragorn, il concept della serie tv sembra essersi spostato sulla totalità della Seconda Era, ovvero di quando il malvagio Sauron prende il potere nella Terra di Mezzo, della fantastica Nùmenor e, soprattutto, della creazione degli incredibili anelli del potere, veri protagonisti della trasposizione cinematografica dell’opera di Tolkien.