Incidente Venezia, transatlantico Msc contro banchina
adv

Incidente nel canale della Giudecca a Venezia: transatlantico Msc urta un battello e finisce contro la banchina, ci sono anche dei feriti

Brutto incidente stamane nel canale della Giudecca a Venezia, alle 8.30 circa del mattino. Il transatlantico “Opera”, della compagnia Msc Crociere, non è riuscito a fermarsi in tempo ed ha urtato il battello turistico “Michelangelo”, finendo poi la sua corsa contro la banchina di S. Basilio. Il molo di S. Basilio era molto affollato, in virtù dell’ora e della giornata festiva e sono in tanti ad aver ripreso le fasi dell’incidente con il proprio smartphone. Le immagini ed i video, sono finiti in rete e sono subito diventati virali.

Incidente molo S. Basilio Venezia: la dinamica e le cause

Sono in corso tutti gli accertamenti del caso per chiarire le cause dell’incidente, che potrebbe essere dovuto ad un’avaria al motore della nave da crociera. Queste indiscrezioni sembrerebbero confermate dall’anomalo comportamento del transatlantico in fase di attracco. La velocità della nave sembrava infatti aumentare, anziché diminuire, man mano che questa si avvicinava alla banchina. La nave si è avvicinata al molo a sirene spiegate, nel tentativo di avvertire chi si trovava in quel momento sulla banchina dell’imminente pericolo. I due rimorchiatori che stavano traghettando la Msc Opera verso il molo di S. Basilio hanno tentato inutilmente di evitare la collisione. Nell’urto tra il transatlantico ed il battello fluviale uno dei cavi d’acciaio che collegavano la nave ai rimorchiatori è stato tranciato. Alcuni passeggeri del battello turistico, che si trovavano sulla passerella, sono stati sbalzati in mare dalla violenza dell’urto.

Incidente Venezia, urto Msc Opera e battello Michelangelo

Nonostante le comprensibili scene di panico, l’incidente si chiude con un bilancio fortunatamente non grave. Sono due persone le persone rimaste ferite, seppur in modo lieve: entrambe si trovavano a bordo del transatlantico. Altre due persone, a scopo precauzionale, sono state comunque condotte in ospedale.

Le polemiche sull’incidente

La vicenda del passaggio di grosse navi nella laguna della città veneta è oggetto di accese discussioni da diversi anni. Commentando l’incidente, i Ministri Toninelli e Bonisoli hanno ribadito la necessità di vietare il passaggio dei transatlantici in bacino S. Marco. Dello stesso avviso il Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che chiede l’apertura del canale Vittorio Emanuele e ribadisce la necessità di interdire il passaggio dei grossi transatlantici nel canale della Giudecca. Le questioni che riguardano i flussi turistici in ingresso e in uscita da Venezia si incrociano con quelle relative alla tutela e salvaguardia della laguna veneta.

Msc Opera: la nave battezzata da Sophia Loren

Msc Opera è un gigante del mare lungo 275 metri, alto 54 metri e largo 32 metri. Può ospitare fino a 2700 passeggeri circa, più 730 persone di equipaggio. Dispone di 1071 cabine, quattro ristoranti, otto bar, un teatro da 700 posti, centro benessere e di ogni tipo di attività legata al divertimento (negozi, internet cafè, casinò, biblioteca, area giochi). Fu battezzata nel 2004 a Genova da Sophia Loren.