Home ALL CRONACA Cronaca Instagram eliminerà le immagini che mostrano autolesionismo

Instagram eliminerà le immagini che mostrano autolesionismo

110
Instagram
Instagram

Tramite la consulenza di esperti, il social rimuoverà le foto che mostrano autolesionismo o suicidio

Le immagini che possiamo vedere in rete e, in particolare, su Instagram, possono essere molto coinvolgenti. Molto spesso, però, ci capita di incorrere in foto violente e che incitano all’autolesionismo. Rappresentazioni che possono colpire i soggetti maggiormente vulnerabili e deboli. Questi sono problemi complicati e difficili da affrontare. Instagram ha quindi deciso di mettere regole più rigide su immagini del genere. Dopo la lotta alle fake news, un’altra iniziativa per rendere il social un luogo migliore e più sicuro.

Un disagio sociale

La tragica realtà è che alcuni giovani sono influenzati in modo negativo da ciò che vedono online e, di conseguenza, potrebbero prendere spunto da quello che guardano per farsi del male. Questo, purtroppo, è un rischio reale. Allo stesso tempo, però, ci sono molti giovani che stanno online per ottenere supporto per le lotte che stanno affrontando, come quelli che condividono le loro guarigioni da malattie o altro. Spesso queste reti di supporto online sono l’unico modo per trovare altre persone che hanno condiviso le loro esperienze. Instagram tenta di trovare l’equilibrio tra le persone che vogliono condividere le loro esperienze di salute, proteggendo anche gli altri dall’esposizione a potenziali contenuti dannosi.

I provvedimenti di Instagram

Instagram, già dall’inizio del 2019, ha rafforzato l’approccio ai contenuti relativi al suicidio e all’autolesionismo. A febbraio, sono state proibite le immagini grafiche di autolesionismo e costruito nuove tecnologie per agire su questo tipo di contenuto, garantendo un maggior controllo sugli account che pubblicano determinate foto o video. In questi mesi sono stati eliminati o è stata ridotta la visibilità a circa 834mila contenuti. Il 77% dei quali sono stati notati prima che fossero segnalati dagli utenti.

Questi provvedimenti riguarderanno anche disegni, meme, video e gli account che condividono questo tipo di contenuti non saranno, inoltre, consigliati nelle ricerche.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.