l'Intelligenza Artificiale rappresenta il futuro
l'Intelligenza Artificiale rappresenta il futuro
adv

Dalle ultime indagini, è emerso l’incredibile boom dell’utilizzo, per le più diverse attività, nel campo dell’Intelligenza Artificiale (IA)

Le imprese che stanno aumentando il loro potenziale con l’Intelligenza Artificiale sono in costante crescita, da quattro anni a questa parte.

Negli ultimi quattro anni c’è stata una crescita del 270%, mentre nel 2018 è addirittura triplicata.

La ricerca è stata effettuata da Gartner, società di analisi dati, la quale ha rastrellato informazioni da più di tremila CIO (Chief Information Officer) delle maggiori aziende presenti in ottantanove nazioni.

I dati della ricerca

La ricerca ha evidenziato un dato molto importante: l’incremento dell’utilizzo dell’IA, nei più disparati settori, è dovuto all’Industria 4.0, la quale rappresenta lo studio attuale dell’attuale rivoluzione tecnologica.

Lo sviluppo industriale permette di applicare l’Intelligenza Artificiale ad un numero impressionante di impieghi.

L’Intelligenza Artificiale

L’espansione dell’utilizzo dell’IA, nel 2018, ha avuto una crescita di 12 punti percentuali: dal 25% al 37% del gennaio 2019.

Soltanto il 10% delle aziende impiegava tecnologia riconducibile all’IA quattro anni fa.

Il fatto che aziende dello stesso settore utilizzino tecnologia dell’Industria 4.0 obbliga le concorrenti a fare altrettanto per non farsi superare. Ciò produce un circolo virtuoso.

La situazione italiana

Una situazione, simile a quella appena descritta, la sta vivendo attualmente l’Italia. Il credito d’imposta in formazione 4.0 permette alle aziende interessate di poter investire nella formazione del proprio personale nei settori strategici inerenti Industria 4.0.

Un’occasione di sviluppo fondamentale per chi non vuole perdere il treno dello sviluppo tecnologico. I settori strategici per la formazione 4. 0 sono i seguenti:  analisi dati, big data, cyber security, cloud e fog computing, interfacce uomo-macchina, internet of things, realtà virtuale e robotica e stampa 3d.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.