Area 51
adv

Un folle evento creato su Facebook per invadere l’Area 51 e scoprire i segreti sugli extraterrestri

Alla stregua dei migliori film fantascientifici e ad alta tensione, la notizia che gira in questi ultimi giorni sul web lascia abbastanza sbigottiti. Un gioco nato dalla mente di un giovane web designer australiano, di nome Jackson Barnes, divenuto in pochissimo tempo virale, ha generato consensi e la partecipazione di oltre un milione e mezzo di utenti su Facebook. L’intento? Invadere l’Area 51 per tentare un impensabile corsa verso l’inaccessibile base segreta più famosa del pianeta.

Evento creato su Facebook per invadere l’Area 51

Cosa si nasconde dentro l’Area 51

Denominata inizialmente “Nevada Test Site-51”, la base militare americana creata dalla CIA, si estende per decine di migliaia di chilometri quadrati nel deserto del Nevada. Controllata in maniera fitta e costante, in tutte le ore del giorno, da soldati armati, la zona risulta assolutamente inaccessibile al pubblico. Riguardo a ciò che vi si trovi all’interno, con assoluta certezza si può affermare che si svolgano test militari legati alla costruzione di nuovi velivoli da guerra. Proprio queste sperimentazioni hanno portato alla diffusione di notizie, mai verificate, sull’esistenza di extraterrestri, in particolar modo dopo l’incidente di Roswell, avvenuto nel luglio del 1947. Dilagò, in quegli anni, la convinzione che i resti di un disco volante precipitato nella cittadina fossero stati trasportati nell’Area 51 per essere studiati. Da li, le ipotesi dell’esistenza degli alieni detenuti per sperimentazioni nell’area, sono diventate sempre più fitte.

Dall’evento Facebook “Storm Area 51”

Un piano architettato nei dettagli

L’evento, creato per gioco, ha destato da subito un clamore incredibile, tanto è vero che quando se ne è scoperta l’inarrestabile viralità, Barnes ha cercato di contenere l’ondata di consensi e porre rimedio scrivendo un post pubblico: “Buongiorno governo degli Stati Uniti! Questo è uno scherzo e non intendo portare avanti il piano. Ho solo pensato che sarebbe stato divertente e che avrei ricevuto molti like.”. Ma il piano sembra essere stato architettato nei particolari, con tanto di sito internet che promette di restare collegati perché “qualcosa di grande sta per accadere”. E non solo, l’esortazione a correre, una volta in zona, come Naruto, noto personaggio ninja di una serie di fumetti giapponesi. A tal proposito, la descrizione dell’evento riporta il seguente testo “Ci incontreremo davanti all’attrazione turistica dell’Area 51Alien Centre e coordineremo la nostra entrata. Se correremo come Naruto, potremmo muoverci più velocemente dei loro proiettili. Andiamo a vedere questi alieni!”. E a supporto di ciò, una cartina resa pubblica con tanto di schema di corsa e punti di ritrovo.

Descrizione dell’evento Facebook per invadere l’Area 51

La risposta dell’Air Force Americana

L’evento creato su Facebook prende il nome di “Storm Area 51, They Can’t Stop All of Us”. La sua portata non ha di certo lasciato indifferenti le autorità e in merito a questo si è espressa Laura McAndrews, portavoce dell’Air Force americana, in una nota al Washington Post. “L’ Area 51 è un campo di allenamento per l’aviazione americana, e scoraggeremo chiunque provi ad entrare nel perimetro nel quale addestriamo le forze armate americane. L’US Air Force è sempre pronta a proteggere l’America e le sue risorse”. Sembra chiaro, dunque, l’avvertimento e non sembrano essere escluse possibilità di interventi militari qualora si verifichi davvero questa spedizione. Non resta, dunque, che attendere il 20 settembre per capire cosa realmente succederà.