chirurgia robotica negli ospedali
adv

La richiesta di tolleranze minime e precisione assoluta richiede standard di qualità possibili solo con tecniche di stampaggio ultramoderne.

Chirurgia ultra mini invasiva e requisiti elevatissimi inducono la crescita del fatturato del settore a doppia cifra

Robot Chirurgici e Bioprinting : Nata come una curiosità di laboratorio, la tecnica di stampa 3d per produrre dispositivi medici impiantabili nel corpo umano sta vivendo una entusiasmante crescita esponenziale. La creazione di dispositivi medici creati con il bioprinting rappresenta un felice connubio tra il miglioramento della tecnologia e il miglioramento della qualità della vita per i pazienti sottoposti a interventi altrimenti invalidanti.

Robotica e stampa 3D consentono di costruire elementi con dettagli interni estremamente complessi, difficilmente realizzabili con altre metodiche, riducendone contemporaneamente in modo drastico i costi di realizzazione. Tutto questo, unitamente alla evoluzione e diffusione della chirurgia robotica, sta modificando drasticamente la domanda e l’offerta nel campo delle bioprotesi e dei dispositivi impiantabili.

Quando il fatturato spinge la ricerca

Il fatturato del settore mostra, secondo le analisi della irlandese Fact.MR un CAGR (Compounded Average Growth Rate, cioè  la crescita percentuale media di una grandezza in un lasso di tempo) annuo a due cifre, promettendo di superare la soglia dei 1.700 milioni di dollari entro il 2022.

Oggi cure odontoiatriche innovative, domani trapianti di organo creati al computer

È l’intero settore ad essere cresciuto, coniugando l’uso di materiali innovativi, progressi significativi nelle stampanti 3D, nelle tecnologie di realizzazione dei modelli, consentendo ai produttori di fornire impianti 3D personalizzati e spesso dislocati direttamente presso gli ospedali e gli studi medici, grazie al drastico abbattimento dei costi e nella semplicità di utilizzo.

Il settore dell’odontoiatria digitale basata sulla tecnologia 3D sta, nei fatti, rivoluzionando le cure dentali. Secondo la società di analisi irlandese, poi, la prossima evoluzione della stampa in 3D sarà rivolta all’ingegneria dei tessuti, realizzando organi multiplanari e rivoluzionando definitivamente i trapianti di organo.