adv

La compagnia di telecomunicazioni francese, Iliad porterà la rete 5G in Italia grazie alla collaborazione con la famosa multinazionale finlandese, Nokia

Iliad ha firmato un accordo con Nokia per incrementare ed espandere omogeneamente sul territorio italiano, le infrastrutture per le reti mobili di quinta generazione.

L’accordo

La rete 5G (acronimo di 5th Generation), di Iliad in Italia si svilupperà nel 2020 non appena saranno svolti i lavori necessari per rendere disponibili le frequenze necessarie per la trasmissione del segnale. L’accordo tra le due multinazionali è giunto al nono anno consecutivo e permetterà alla compagnia francese di telecomunicazioni di aggiornare le proprie reti di quinta generazione con le tecnologie all’ avanguardia dell’ azienda finlandese. Iliad salta di livello dal 4G alle reti di quinta generazione, dopo Vodafone, Tim, Wind, Tre e Fastweb.

5G

5G è la rete di nuova generazione che andrà a superare l’attuale 4G LTE. Il 5G permette di usare la rete mobile per servizi che fino ad ora sono stati appannaggio di altri mezzi. Si Potrà giocare online senza problemi, anche in cloud gaming. Lo stesso vale più in generale per il cloud computing. Il 5G dovrebbe sostituire in futuro anche le attuali connessioni in fibra.

Effetti negativi

Il 5G, usando nuove frequenze, le cosiddette “onde millimetriche” può esporre a rischi diversi e maggiori per la salute? L’Istituto superiore della sanità afferma che le potenze utilizzate saranno più basse e le onde si fermeranno a livello molto superficiale della pelle. Le nuove frequenze sono più elevate rispetto a quelle usate ora dai cellulari e serviranno tra l’altro a creare celle molto piccole e numerose nelle nostre città, per esempio per i servizi dell’internet delle cose (Iot). Il segnale sviluppato su frequenze elevate penetra e si diffonde di meno, ecco perché le celle devono essere più piccole e più intense.

Iliad, sfruttando la tecnologia di Nokia, si prepara a portare il segnale 5G ai suoi quasi 17 milioni di utenti tra Italia e Francia, grazie ad un notevole aumento della densità della copertura della sua rete sul territorio italiano.