adv

Il nuovo progetto del team fail0verflow si prospetta come la nuova frontiera delle modifiche per console. La tanto agognata hack per Switch sarà possibile senza invalidare la garanzia e su qualsiasi versione firmware, senza problemi di aggiornamenti correttivi.

Vi avevamo precedentemente parlato della falla di sicurezza che affligge ogni processore Tegra X1, che ha trovato dopo pochissimo tempo un suo utilizzo pratico. In meno di un mese il team fail0verflow, un gruppo di modder rinomati in ambito console, ha annunciato la sua nuova creazione, ovvero SwitchX Pro.

A nulla sono serviti purtroppo gli interventi di Nintendo per combattere la pirateria su Switch, che si ritrova a essere modificata relativamente in poco tempo dopo l’uscita, a differenza di quanto accaduto per il suo fratello minore Nintendo 3DS.

Facciamo notare come fosse già possibile installare Homebrew modificate su Nintendo Switch, ma solo con una versione del firmware 3.0.0, e non era possibile eseguire copie di backup dei giochi. Grazie a SwitchX Pro, invece, sembrerebbe possibile avere un controllo praticamente completo sulla console, anche per neofiti, con una spesa relativamente contenuta.

Cos’è SwitchX Pro?

A dispetto di modifiche complesse, fatte di saldature, smontaggi e flash di mod su lettori, SwitchX Pro sembra rappresentare ciò che era la famosa R4 su Nintendo DS.

Un piccolo componente di plastica, applicabile da chiunque al posto di un Joycon, farebbe entrare la console in recovery. Nessuna modifica ai file di sistema, né tantomeno necessità di aprire la console, lasciando intatta la garanzia. A detta del team di modder, non sarebbe possibile scoprire su quali console è stata effettuata la modifica, poiché non lascerebbe alcuna traccia.

Sicuramente non farà piacere a Nintendo sapere che la modifica per Switch sia così facile e veloce, ma siamo sicuri faccia gola a molti utenti. Basandosi su un difetto hardware irrisolvibile e non su un difetto del software, resta però impossibile prevedere cosa Nintendo deciderà in merito alla faccenda. Per il momento non ci sono state comunicazioni su eventuali provvedimenti, che sicuramente non tarderanno ad arrivare conoscendo le politiche anti-pirateria della grande N.

Cosa potrebbe comportare questa modifica?

Senza farsi prendere dall’entusiasmo, è bene che i possessori di Switch ragionino comunque sulle conseguenze che una modifica del genere potrebbe portare per lo sviluppo della console. Il parco titoli di Switch si sta infatti espandendo esponenzialmente, vantando parecchi titoli apprezzati dalla critica e da un’utenza che risulta sempre più ampia.

Con l’annuncio di un così facile e veloce metodo per effettuare la modifica su Nintendo Switch, potrebbe cambiare completamente lo sviluppo per la console ibrida. Sono molti i rumor a sostenere, infatti, uno sviluppo in corso di una Nintendo Switch 2.0 o Pro, che monterebbe un processore diverso dal Tegra X1.Potenzialmente, adoperando ad esempio il processore Tegra X2, si eviterebbe la falla Hardware che ha portato alla modifica SwitchX Pro.

Se Nintendo decidesse, pertanto, di non seguire uno sviluppo simile ai competitor la situazione sarebbe scomoda. Con PlayStation 4 Pro e Xbox One X, infatti, Microsoft e Sony hanno fornito un piccolo upgrade senza giochi in esclusiva, che permettesse però di giocare in modo più fluido e in 4k. Questo per Switch potrebbe essere controproducente alla luce della modifica.

Di sicuro le vendite di Nintendo Switch 2 risentirebbero molto dell’assenza di una modifica che. Contemporaneamente, questa sarebbe presente e molto ambita sulla Switch di prima generazione. Quest’ultima console calerebbe anche di prezzo a causa dell’uscita della nuova versione.

Qualora invece Nintendo decidesse di distinguere completamente le console, probabilmente andrebbe a minare eccessivamente il ciclo vitale di Nintendo Switch, ancora troppo giovane e non completamente sfruttata. Anche solo comportarsi come precedentemente fatto con il New 3DS dandogli alcuni giochi in esclusiva, non presenti sulla precedente versione, non aiuterebbe il mercato di Nintendo Switch.

Quando vedremo sul mercato la SwitchX Pro?

L’attesa è ormai davvero breve, e probabilmente arriveranno nuovi dettagli già nei prossimi giorni. Qualora vi interessasse, vi invitiamo a seguire ulteriori sviluppi sull’account Twitter del team fail0verflow, dove verranno pubblicati aggiornamenti sulla modifica per Switch da tanti agognata.

Noi dello Staff di PSB Privacy e Sicurezza ci teniamo a ricordarvi che eseguire qualsiasi copia di Backup di giochi scaricata da siti internet senza possedere una copia fisica del gioco è illegale. Non condividiamo l’utilizzo di componenti Hardware o Software di terzi che minino lo sviluppo della console e degli sviluppatori. Questi componenti rappresentano un danno economico per aziende composte da lavoratori regolarmente retribuiti.

Ci teniamo inoltre a chiarire i pericoli a cui si potrebbe andare incontro utilizzando materiale non certificato per il proprio dispositivo. In particolare la Switch, avviandosi in recovery e senza misure di protezione, potrebbe lasciare via libera a file infetti o software malevoli. Quest’ultimi possono minare la vostra esperienza d’uso o ottenere informazioni sensibili senza il vostro consenso.