La rinascita di un territorio passa per i suoi figli
adv

La Fondazione “A voce d’e creature” è testimone della consapevolezza che la rinascita di un territorio si persegue con la massima attenzione verso i proprio bambini

A margine della visita presso la sede dell’Associazione “A voce d’e creature”, il Presidente della Commissione Regionale Anti Camorra e Beni Confiscati, intrattenendosi con il Presidente Don Luigi Merola ha sottolineato come l’esperienza della Fondazione “A voce d’e creature” è tra le migliori esperienze della Campania.

Un esempio vero ed efficace di recupero e valorizzazione di un bene confiscato alla criminalità organizzata . Vedere tanti bambini giocare, impegnarsi in attività ricreative ed artistiche riempie il cuore.

La collaborazione Istituzionale con le Associazioni ed il Mondo giovanile è fondamentale. Le nuove norme regionali, da poco approvate, prevedono un sostegno concreto per il riutilizzo e la valorizzazione dei beni confiscati e, soprattutto, aprono la strada all’utilizzo dei fondi europei.

L’importanza dell’iniziativa di incidere un brano, ideata e sostenuta dal regista Ambrogio Crespi, è la colonna sonora della rivincita.

Le parole di Don Luigi Merola

Don Luigi Merola, baccelliere in teologia e specializzato in teologia spirituale, ha chiarito e illustrato i principali progetti futuri con particolare riguardo all’inserimento dei ragazzi nel mondo del lavoro grazie anche all’attività espletata dal laboratorio “Arti Bianche. Una realtà che forma giovani sottraendoli alla manovalanza camorristica.

La Fondazione ha sede a Napoli, in via Piazzolla numero 15.