museumweek
adv

Da lunedì 13 maggio a domenica 19 maggio ci saranno diversi eventi per la settimana dell’arte sul web. Per prendere parte a questa iniziativa basta postare arte sui social

Per questa sesta edizione del #MuseumWeek, evento che unisce l’arte ad internet, parteciperanno più di 120 Nazioni e oltre 5000 enti e istituzioni culturali.

In cosa consiste la settimana dell’arte sul web?

In questa settimana, 13-19 maggio, siti archeologici, gallerie d’arte, musei  ma anche professori, esperti e semplici aficionados potranno mostrare sul web i tesori artistici.

Obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul patrimonio artistico mondiale che, appartenendo a tutti, merita di essere conosciuto e conservato per le future generazioni.

Gli hashtag appositi 

Oltre all’hashtag #Museumweek, scelto come simbolo generale della manifestazione, ce ne sono altri sette, uno per ogni giorno della settimana.

#WomenInCulture, per ricordare il ruolo delle donne in tutti i multiformi campi dell’arte; #SecretsMW, il museo ha molti angoli nascosti da scoprire insieme; #RainbowMW, per ricordare sia la Comunità LGBTQ sia la Pace nel Mondo; #ExploreMW, per ricordare che le correnti artistiche sono in continuo divenire; #PhotoMW, dedicato alla fotografia; #FriendsMW, ovvero come l’arte può e deve unire persone di etnie e culture diverse.

Eventi e partecipazioni

Oltre ad immagini e hashtag, in questa edizione ci saranno diversi eventi trasmessi in diretta web e la copertura sarà H24 per quanto concerne i contenuti multimediali grazie ad una redazione ad hoc.

Questa edizione del 2019 è importante perché coinvolgerà diversi Stati che non hanno preso parte alle precedenti iniziative: in particolare dall’Africa, dall’Oceania e dall’Asia.

Tutti quanti noi possiamo partecipare

Ognuno di noi può partecipare al #MuseumWeek 2019. Basta postare sui social una foto d’arte e utilizzare gli 8 hashtag sopra accennati. Se vi iscriverete all’apposito sito, potrete ricevere suggerimenti ed entrare nelle statistiche dell’iniziativa.

Cosa aspettate? Entrate anche voi nel mondo dell’arte.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.