Terme di Caracalla
adv

Dopo mesi di lockdown finalmente sarà possibile visitare di nuovo le Terme di Caracalla. Tutte le informazioni in merito

Da questo sabato, 13 giugno, sarà finalmente possibile visitare le celebri Terme di Caracalla, vero e proprio antico gioiello romano. 

Il nuovo percorso delle Terme di Caracalla e le misure di sicurezza

Per rispettare le vigenti norme di sicurezza anti Covid-19, è stato predisposto un nuovo percorso per i visitatori. 

Tutti dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale. Tramite termo-scanner, all’ingresso, sarà misurata la temperatura corporea: non potrà entrare nel sito archeologico chi dovesse presentare una temperatura superiore ai 37,5 gradi. 

E’ stato realizzato un percorso circolare a senso unico e predisposta un’uscita diversa dall’ingresso principale. Lungo il percorso, il turista potrà trovare colonnine di gel igienizzante.

I visitatori potranno ammirare molto di più, rispetto al passato, per via della mancanza delle strutture del Teatro dell’Opera

Quest’anno, infatti, la stagione estiva è stata annullata a causa del Coronavirus

Gli ingressi

Gli ingressi saranno scaglionati: infatti potranno accedere alle Terme, ogni ora, un massimo di 40 persone. 10 ogni quarto d’ora, per un totale di 380 al giorno. 

Le Terme di Caracalla aperte quattro giorni alla settimana: dal giovedì alla domenica, dalle 9 alle 19.15. Ultimo ingresso previsto è alle ore 18.00. 

Un poco di Storia 

Questo complesso è conosciuto anche Terme Antoniniane, dal nome completo dell’imperatore Caracalla, Marco Aurelio Severo Antonino Pio Augusto, della Dinastia dei Severi

Imperatore Caracalla

Risulta essere uno dei più grandiosi esempi di terme imperiali dell’Antica Roma

Le Terme furono realizzate tra il 212 e il 216 e rimasero in funzione fino al taglio degli acquedotti avvenuto sotto il sovrano goto Vitige. Dal 537 le terme cessarono completamente di funzionare. 

L’abbandono dell’area cessò nel Rinascimento, quando il sito fu riscoperto, tornando a rappresentare un punto di incontro di svago e di incontri per tanti romani e non solo.