MacOS Mojave: le principali novità del nuovo sistema Apple

148

Il giorno 24 settembre verrà rilasciato MacOS Mojave, un sistema operativo rivisto sotto molti aspetti e ottimizzato al meglio per migliorare l’esperienza d’uso degli utenti Mac. Consigliandovi di ricercare l’aggiornamento solo alle 19 circa del giorno 24 settembre, vediamo insieme quali sono le principali novità di MacOS 10.14 Mojave.

Chiamato come l’omonimo deserto californiano, MacOS Mojave promette molte interessanti variazioni estetiche e non. Molti cambiamenti saranno infatti adibiti al miglioramento delle prestazioni su tutti i Mac supportati. Non è ancora chiaro se il nuovo sistema operativo di Apple donerà nuova vita ai dispositivi più vecchi con un’estrema ottimizzazione come fatto con iOS 12.

Modalità Dark

Sicuramente la novità più attesa dagli utenti Mac, della quale si vociferava ormai da molti anni, ma che non aveva trovato spazio negli scorsi aggiornamenti. È necessario fare una premessa: la dark mode non consiste in una semplice sostituzione delle barre di sistema con dei colori più scuri. La compatibilità è piena per ogni applicazione sviluppata da Apple.

Grazie alle nuove API, inoltre, è possibile agli sviluppatori terzi presupporre per le proprie app una modalità dark. A detta di Apple stessa, applicazioni semplici richiederebbero solo poche ore per essere ottimizzate per la dark mode, poiché ogni strumento necessario allo scopo viene già offerto dalla casa di Cupertino.

MacOS Mojave Dark Mode Tema scuro

Il nuovo sfondo dinamico di MacOS Mojave cambierà inoltre seguendo l’ora del giorno, raggiungendo però la “fase notturna” anche all’attivazione della Dark Mode.

Maggiore sicurezza per il proprio Mac

A Apple è sempre stato a cuore il discorso della sicurezza e privacy dell’utente, e MacOS Mojave non fa eccezione. Come già accaduto per iOS 12, anche il nuovo MacOS avrà patch di sicurezza sempre aggiornate, migliori controlli dei dati personali dell’utente, criptaggio dei dati avanzato e molto altro.

MacOS Mojave Privacy Sicurezza Vault Antitracking

Ogni applicazione richiederà l’autorizzazione dell’utente per utilizzare fotocamera o microfono, che potrà essere fornita o meno. La scelta finale spetta al proprietario del computer anche circa la condivisione di database di Mail o la cronologia dei propri messaggi. I dati sensibili su MacOS Mojave non sono mai stati tanto al sicuro.

Anche l’antitracking di Safari ha conosciuto una sostanziale evoluzione, utile particolarmente in questi anni di uso e abuso dei social. Sarà impossibile per i pulsanti come “Like” e “Condividi” dei social memorizzare preferenze e attività social dell’utente dopo l’aggiornamento.

MacOS Mojave Privacy Sicurezza Password automatiche safari

Le password già in precedenza consigliate da Safari alla creazione di un nuovo account saranno ora ancora più sicure. Safari creerà autonomamente password univoche complesse e difficili da scoprire, memorizzandole al contempo per permettere all’utente di accedere sempre facilmente ad ogni account senza doverle ricordare tutte. Sarà inoltre possibile aggiornare facilmente ogni password dalle preferenze di sistema.

Facetime fino a 32 persone (Coming Soon)

Sarà presto disponibile una funzione per effettuare videochiamate di gruppo fino a un massimo di 32 persone con Facetime. Quest’ultimo permetterà di connettersi da qualsiasi dispositivo targato Apple che lo supporti, dai Mac fissi e portatili, passando per iPhone e iPad e perfino Apple Watch.

Vi notificheremo appena tale funzione sarà disponibile, poiché vedrà la luce successivamente all’aggiornamento del 24 settembre.

Finder: molto più di un “esplora risorse”

Con l’aggiornamento a MacOS Mojave il Finder diventerà uno strumento incredibilmente potente, per la gioia di molti, me compreso. Il risparmio di tempo è considerevole grazie alle nuove funzioni presenti direttamente mentre si sfoglia fra i propri documenti.

MacOS Mojave Finder modifica immagini

Non sarà necessario neanche importare su Foto le immagini da modificare, poiché ogni azione elementare di ritaglio, rotazione e condivisione sarà a portata di click. Tutto ciò si concretizza in possibilità di modificare immagini da inserire in documenti alla velocità di luce, semplificando di non poco anche stesure di articoli ricchi di file multimediali o allegati mail di lavoro precisi e dettagliati.

Incredibilmente interessante è anche la possibilità di visualizzare con un colpo d’occhio i metadati completi di un’immagine, analizzando ogni caratteristica del dispositivo ad averla scattata. Esposizione, spazio colore, apertura del diaframma, valore degli ISO, bilanciamento del bianco e molto altro sarà accessibile comodamente.

MacOS Mojave nuovo Finder lista galleria metadati

Istantanee ancora più precise

Gli screenshot sono uno strumento prezioso. Immortalare una porzione di schermo per poi porre l’attenzione dell’utente su un dettaglio in particolare permette di ottenere immagini efficaci ed esplicative che potete facilmente individuare anche in questo stesso articolo.

È sicuramente uno spreco di tempo dover effettuare un’istantanea di tutto lo schermo anche se vi è bisogno solo di una piccola porzione dello stesso. Ritagliare e modificare l’immagine in seguito ha richiesto, prima di MacOS Mojave, un importazione su Foto e una modifica successiva.

MacOS Mojave Istantanee screenshot

Fortunatamente, grazie ai nuovi strumenti offerti dall’applicazione adibita agli screenshot di MacOS Mojave sarà possibile scattare istantanee o registrare ciò che accade sullo schermo in un semplice click. Si può, inoltre, decidere di ritagliare un’unica zona da immortalare.

Non è finita qui…

Queste sono solo alcune delle novità del nuovo MacOS Mojave, per scoprirne altre vi rimandiamo alla pagina ufficiale di Apple e vi ricordiamo di rimanere sintonizzati per aggiornamenti futuri sull’aggiornamento che proveremo con mano all’uscita.

Fateci sapere se siete soddisfatti di questo aggiornamento o se avreste preferito qualcos’altro nei commenti!