Maggio dei Monumenti
Il Maggio dei Monumenti di quest'anno è dedicato a Gaetano Filangieri
adv

Il Maggio dei Monumenti è un’occasione da non perdere per conoscere meglio la storia e la cultura della città di Napoli. Questa edizione è dedicata a Gaetano Filangieri.

Il Maggio dei Monumenti è una rassegna culturale che si svolge a Napoli nel mese, appunto, di maggio.

Prevede una serie di eventi tra i quali, ad esempio, visite guidate, concerti, attività teatrali, mostre ed iniziative varie.

Vediamo ora qual è il tema di quest’anno e quali sono le cose da vedere nel week-end dell’11 e del 12.

Maggio dei monumenti 2019: “Il diritto alla felicità. Filangieri e il ‘700 dei lumi”

In occasione del 220esimo anniversario dei moti rivoluzionari del 1799, la XXV edizione del Maggio dei Monumenti è dedicata a Gaetano Filangieri (1753 – 1788), uno dei massimi giuristi e pensatori dell’Illuminismo, la cui opera principale, La Scienza della Legislazione, ha innovato in senso moderno la filosofia del diritto e la teoria della giurisprudenza.

I luoghi dove visse, ma anche i palazzi, le chiese, i musei e i teatri espressione del ‘700, saranno il filo conduttore dell’edizione di quest’anno.

Le mostre dell’11 e del 12 maggio

Rispettando il tema di quest’anno ecco alcune mostre che possiamo vedere in questo weekend:

  • Biblioteca Nazionale, Sala Esposizioni – Il diritto alla felicità. La stagione delle riforme nel Regno di Napoli: mostra bibliografica e iconografica, un percorso attraverso rari testi, autografi e immagini che prende spunto dall’opera di Gaetano Filangieri. Sabato dalle 9.00 alle 13.00 – ingresso libero.
  • Maschio Angioino (Castel Nuovo)Gaetano Filangieri. Lo Stato secondo ragione: mostra didattica che ripercorre la vita di Filangieri, a cura dell’Istituto italiano per gli studi filosofici.
Maggio dei Monumenti
Galleria Umberto I di Napoli

Maggio dei Monumenti 2019: le visite guidate del weekend

Tantissime le visite guidate, vediamone alcune:

  • Da Porta San Gennaro Grembo di Napoli e Fuori le mura: due percorsi con audioguida, ideata da Napoli Self Tour, alla scoperta dell’arte scultorea e pittorica del ‘700. Domenica a partire dalle 10.00.
  • Il Cimitero delle FontanelleLe leggi che riguardano la religione: tra folklore e antropologia, peste e colera, sogni e numeri, religiosità e superstizione e la filosofia del Filangieri. A cura di Associazione ASD e APS Viviquartiere. Sabato dalle ore 11.00.
  • Piazza Dante – La Felicità nell’Arte: dai Vanvitelli a Fuga: l’Illuminismo alla corte dei Borbone: La visita prevede una particolare attenzione nei riguardi delle architetture realizzate dai Vanvitelli, Ferdinando Fuga e altri architetti che hanno lavorato alla corte dei Borbone, dal Foro Carolino (piazza Dante), percorrendo via Toledo, fino a Palazzo Reale (ingresso a pagamento) e alla Basilica di S. Francesco di Paola piazza del Plebiscito. A cura di Mariarosaria Abbate. Domenica dalle 9.00 alle 12.30
  • Piazza del PlebiscitoAlla ricerca dei luoghi della Rivoluzione: percorso volto a conoscere i luoghi (Castel Nuovo, largo di Palazzo, esterno della casa di Eleonora Pimentel Fonseca, Palazzo Serra di Cassano) che furono teatro della Rivoluzione del 1799 della quale Gaetano Filangieri fu uno dei precursori con le sue idee. A cura di Associazione ARS nea didattica e cultura. Domenica dalle 10.00 alle 13.00

Il programma completo e aggiornato delle iniziative è disponibile on line sul sito del Comune di Napoli.