Maltempo in tutta Italia
adv

In questi ultimi giorni di maggio il maltempo si farà sentire in tutta Italia. Ecco le ultime notizie

In pochissimi giorni si passerà dall’autunno alla salvifica estate. Già questo martedì, 28 maggio 2019, il maltempo si farà sentire.

Un martedì di maltempo in tutta Italia

Già dalla mattinata, abbiamo avuto un assaggio del maltempo che nel pomeriggio non farà altro che peggiorare a causa del sopraggiungere di un ciclone artico che porterà con se aria molto fredda.

La Liguria di Levante, il Nord Est, la parte meridionale della Lombardia, la Venezia Giulia, l’Emilia Romagna e il basso Veneto saranno colpiti da pesanti temporali, grandinate e nubifragi.

Mercoledì 29 maggio

Il maltempo continuerà a persistere sulla Lombardia e sull’Emilia Romagna. Durante la giornata ci sarà un deciso peggioramento del tempo (con un calo delle temperature) nel Lazio, nelle Marche, in Toscana e in Umbria.

Giovedì 30 maggio: un primo raggio di Sole

Con giovedì 30 maggio la situazione migliorerà in quasi tutto il Nord Italia, tranne che in Emilia Romagna dove il maltempo continuerà a permanere. Nel Centro il tempo sarà pessimo ovunque ad eccezione della Toscana.

Nel Sud Italia il brutto tempo sarà originato dallo spostamento del vortice freddo di bassa pressione in direzione delle regioni adriatiche. Piogge previste in Basilicata, Campania, Lazio e Puglia.

Venerdì 31 maggio: l’arrivo del bel tempo

Da venerdì 31 maggio e per tutto questo fine settimana, ci sarà un aumento delle temperatura, nel Nord e nel Centro, dovuto all’arrivo (e alla permanenza) dell’Anticiclone delle Azzorre.

Nel Sud la situazione sarà un po’ diversa a causa del persistere del vortice ciclonico che permane da alcuni giorni nell’area interessata.

Avatar
Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.