Malware
Malware nei pdf di manuali scolastici
adv

Gli attacchi informatici non risparmiano nessuno, adesso tocca anche ai libri scolastici

I crimini informatici si possono diffondere in diversi modi, l’ultimo caso è quello dei malware nei pdf di manuali scolastici. Il malware è un programma che può rubare di nascosto informazioni di vario tipo. I criminali informatici, negli ultimi tempi, stanno approfittando anche di quelle persone che scaricano illegalmente i manuali scolastici invece di comprarli.

Come funziona?

I criminali informatici non si limitano a contaminare l’intrattenimento, ci si può imbattere in un virus anche quando si cerca materiali correlati al lavoro o allo studio. Ciò accade soprattutto all’inizio della scuola o dell’università, quando, per evitare il costo spesso elevato dei libri di testo, gli studenti cercano alternative online più convenienti e gratuite, ma ovviamente illegali.

Secondo la ricerca condotta da Kaspersky, azienda specializzata nella produzione di software progettati per la sicurezza informatica, nell’ultimo anno, i criminali hanno cercato di attaccare gli utenti che stavano scaricando materiale legato all’istruzione più di 356.000 volte. Di questi, 233.000 casi riguardavano saggi dannosi scaricati su computer di proprietà di oltre 74.000 persone. Circa un terzo dei file erano libri di testo e più di 30.000 utenti hanno provato ad aprire questi file. L’attacco principale è stato compiuto nei confronti dei libri in lingua inglese, a seguire su quelli di matematica e poi su quelli riguardanti la letteratura. Teniamo presente che questo è solo un dato parziale, poiché stiamo parlando di uno studio fatto da Kaspersky sui suoi clienti, senza tener conto, quindi, di coloro che utilizzano altri antivirus.

Le fonti del malware

In questi casi, nonostante i continui avvisi, c’è da parte delle persone una grande ingenuità. Si continua a cliccare spesso sui pulsanti download gratuiti su siti non conosciuti e poco affidabili. Le fonti principali da dove derivano queste minacce sono: MediaGet, WinLnk.Agent.gen e Win32.Agent.ifdx. Spesso, per fortuna, non si scaricano virus molto dannosi, a volte, però, si può nascondere il Worm Stalk. Che cos’è? Una volta su un computer, il Worm Stalk penetra in tutti i dispositivi a esso collegati. Può infettare altri computer sulla rete locale o un’unità flash USB contenente il materiale didattico. Questo è molto pericoloso, perché, ad esempio, se si stampa il saggio utilizzando le risorse della scuola o dell’università da un’unità flash, il worm si farà strada nella rete dell’istituzione. Inoltre, potrà inviare un’e-mail ai contatti della vittima che, aprendo la posta, potrebbe scaricare l’applicazione dannosa allegata.

Il Worm Stalk è molto pericoloso sia per la sua capacità di diffondersi sia perché può scaricare altre applicazioni dannose sul dispositivo infetto e copiare e inviare file dai computer delle vittime ai proprietari di malware.

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.