Marco Pantani
Marco Pantani, vincitore del Tour del 1998
adv

Sono passati 21 anni dalla vittoria di Marco Pantani al Tour de France, una corsa indimenticabile sotto diversi punti di vista

Il 2 agosto 1998 Marco Pantani, il Pirata, vinceva il Tour de France, entrando nella storia del ciclismo, poiché nello stesso anno vinse anche il Giro Italia. Impresa riuscita solo a pochi: Fausto Coppi (1949, 1952), Eddy Merckx (1970, 1972, 1974), Bernard Hinault (1982, 1985), Miguel Indurain (1992, 1993), Jacques Anquetil (1964), Stephen Roche (1987).

Il racconto della vittoria

Il Tour de France del 1998 partì dalla verde Irlanda e precisamente da Dublino. Nella terra di smeraldo ci furono ben 3 tappe e non fu certo una novità, il Tour già dal 1954 incominciò a sconfinare in terra straniera. È giusto ricordare che questa edizione della corsa non vide protagonista solo Marco Pantani, ma anche altri ciclisti italiani come: Mario Cipollini, vincitore di due tappe; Rodolfo Massi e Daniele Nardello vincitori di una tappa a testa.

Fu un’edizione della Grande Boucle molto particolare, funestata dallo scandalo Festina, un grande caso di doping che coinvolse il massaggiatore della squadra Festina-Lotus. Le indagini della polizia francese, le perquisizioni nell’albergo e le successive ammissioni del team manager Bruno Roussel riguardanti la pratica del doping di squadra portarono all’esclusione del team francese. L’inchiesta non si chiuse qui: ulteriori ritrovamenti, durante e dopo il Tour, di sostanze proibite presso gli alloggi di squadre come Casino-Ag2r e Gan portarono a decine di arresti tra ciclisti, dirigenti, staff tecnici e numerose squalifiche sportive.

Ritornando al Pirata, l’indimenticabile ciclista vinse due tappe, ma quella decisiva fu la 15°, la Grenoble – Les Deux Alpes, dove vinse la gara e si prese la maglia gialla non lasciandola più, portandola fino al 2 agosto a Parigi. In totale sono 7 i giorni in cui il ciclista romagnolo indossò la prestigiosa casacca, un vero e proprio dominio finale. Dopo ben 33 anni un ciclista italiano, l’ultimo fu nel 1965 Felice Gimondi,  tornò a trionfare al Tour de France.

Nonostante la grande impresa, il Pirata non riuscirà a ripetersi. Infortuni e scandalo doping gli fermeranno la carriera e lo porteranno alla depressione e alla dipendenza da alcol, fino ad arrivare alla tragica morte.