adv

MIA è un programma di accelerazione interamente creato dalle donne e dedicato alle PMI e alle startup

Alcune donne imprenditrici italiane hanno presentato a Milano, tramite la Digital Magics  e cinque società del gruppo Bnp Paribas, il primo programma di accelerazione pensato per le Piccole e Medie Imprese italiane e le operazioni di startup.

Miss in Action: che cos’è?

MIA è un programma progettato per incentivare e supportare l’inclinazione digitale delle donne, in modo da poter contribuire alla fondazione di aziende “al femminile” nello scenario dell’innovazione italiano.

Per poter partecipare all’iniziativa, entro il 13 gennaio 2019 dovranno essere inviati al portale online di Miss in Action tutti i progetti per startup e PMI.

In seguito, saranno scelte solo 4  delle proposte presentate e risultate valide, le quali saranno attuate tramite il programma di accelerazione della  Digital Magics  a Milano.

La giuria che selezionerà i progetti migliori, accompagnerà le donne startupper nel percorso di crescita, supportandole in qualunque momento.

donne in carriera

La commissione è composta da 7 donne  top manager, business angel (coloro che investono nelle nuove aziende), dal management di Digital Magics, delle Società del Gruppo BNP Paribase da moltissime rappresentati delle istituzioni, come: Anna Amati, Vice Presidente META Group e socia IAG; Alessandra Gritti, Amministratore Delegato Tamburi Investment Partners; Frieda Brioschi, imprenditrice e Professoressa IED; Paola Bonomo, Business Angel; Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale e ai Servizi Civici, Comune di Milano; Sandra Mori, Presidente Valore D e Data Privacy Officer Coca-Cola Europe e Fausta Pavesio, Business Angel e Investor Board Member Smartup Capital.

Miss in Action: quando nasce?

Layla Pavone, Chief Innovation Marketing and Communication Officer di Digital Magics, dichiara che il progetto MIA nasce da un’idea all’incirca un anno fa, durante un evento molto importante sul territorio nazionale.

All’evento presero parte diverse top manager e imprenditrici fra cui Isabella Fumagalli, nome molto noto nello scenario finanziario di Milano, che accolse la proposta della Pavone con molto entusiasmo, collaborando per poterla realizzare.

Sembra che le aziende italiane stiano diventando sempre di più al femminile, infatti solo nel terzo trimestre del 2018 le cariche amministrative e le quote di possesso delle startup innovative in Italia risultavano in possesso delle donne.

Avatar
Sarnataro Carla, nata a Villaricca il 21 giugno del 1993, ha conseguito il diploma nel 2012 presso il Liceo scientifico A.M. De Carlo a Giugliano, mentre la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche psicologiche nel 2015. A luglio 2018 ha conseguito la Laurea Magistrale con lode in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. La scrittura è una passione recondita che pian piano sta fiorendo attraverso diversi sbocchi; la lettura l’accompagna sin da piccola insieme ad altre passioni artistiche come la pittura e il disegno.