Myfoglio: quando il servizio cloud aiuta le piccole e medie imprese

119
myfoglio
adv

Potersi connettere a Internet, per poter recuperare immediatamente qualunque tipo di file necessario, è di fondamentale importanza per le aziende nella società attuale; il servizio cloud risponde proprio a quest’esigenza e myfoglio, sembra essere la piattaforma più utilizzata da una fetta specifica del panorama aziendale italiano: le piccole e medie imprese.

Dopo attente analisi, esperimenti e applicazioni pratiche, i servizi cloud si sono dimostrati sicuri (con tutte le dovute precauzioni derivanti da operazioni online che rientrano pur sempre nella sfera della cyber security) e pertanto si sono diffusi sempre maggiormente tra le grandi aziende, per la praticità di poter usare file, dati utili per lo svolgimento della propria funzione in qualsiasi luogo e da qualsiasi dispositivo elettronico, senza dover restare necessariamente nella propria sede aziendale (cosa obbligatoria fino a qualche anno fa).

Per le PMI (piccole e medie imprese), restando in tema di cloud computing, l’attenzione si è rivolta ad una serie di operazioni aziendali che hanno bisogno di uno snellimento e di semplificazione (senza dimenticare praticità e comodità), ovvero le fatturazioni online; spesso, infatti, le aziende si trovano a dover fare i conti con bollette, contabilità, fatture e molto altro ancora ma tutti i file necessari (talvolta quantitativamente eccessivi) sono difficilmente collocabili nelle varie cartelle dei pc aziendali.

Per questo motivo nasce myfoglio (servizio italo-svizzero), che permette a piccole e medie imprese di inserire al suo interno un gran numero di file, evitando che questi siano sparsi sul pc o siano persi (qualora siano inseriti in una chiave USB). Myfoglio non ha costi, per quanto riguarda il pacchetto base, mentre prevede una spesa (annuale) pari a 60 euro se le aziende vogliono accedere ad una serie di servizi personalizzati.

Questa piattaforma, inoltre, è assolutamente sicura (grazie ad una connessione che avviene attraverso il protocollo HTTPS, utilizzato su larga scala nel mondo del web) e dispone di una sorta di portale “myfoglio blog” che permette di tenere sempre in aggiornamento i massimi dirigenti (o qualsiasi impiegato) dell’azienda sulle operazioni di fatturazioni (con aggiornamenti live).

Con questo servizio cloud, ancora, è possibile interagire con figure altamente specializzate grazie ad una rete di connessione che myfoglio ha creato (come fosse un social network); qui le aziende potranno prendere contatto con dei professionisti, presenti sulla piattaforma, che comunicheranno consigli e informazioni su tutte le operazioni che le imprese dovranno sostenere e, per quali, necessitano di assistenza.

Passando alle caratteristiche tecniche di myfoglio, invece, si può creare uno schema che riassume: funzioni, costi e impostazioni; partendo dall’ultima categoria, quella che spiega come si presenta la piattaforma, si può dire che myfoglio è disponibile in tre lingue diverse (italiano, inglese e spagnolo) e che permette la creazione, con successiva emissione, di diversi documenti contabili che saranno utilizzati in tutto il mondo.

Inoltre, sempre per quanto riguarda le impostazioni del servizio, myfoglio si presenta con un’interfaccia estremamente semplice che rende la compilazione di fatture, bollette, ricevute fiscali e molto altro ancora facile e veloce (con la possibilità di modificare suddetti documenti con le intestazioni dell’azienda che utilizza la piattaforma).

Passando all’aspetto funzionale, myfoglio è assolutamente sicuro; infatti, l’archiviazione dei documenti contabili è protetta da una connessione SSL (256 bit) che assicura l’integrità dei dati e l’impossibilità che questi siano perduti o trafugati. Per poter ricercare qualsiasi documento, all’interno della piattaforma, basterà utilizzare il motore di ricerca presente all’interno del servizio cloud e, ancora, si potranno emettere fatture e controllare se sono presenti documenti scaduti (così da tenere tutte le fatturazioni online sempre sotto controllo).

Altra caratteristica importante, tra le funzioni di myfoglio, è quella dell’aggiornamento in tempo reale; con questo servizio cloud sarà sempre possibile controllare l’andamento degli incassi dell’impresa, del fatturato aziendale e quali sono le previsioni a breve, medio o lungo termine che i titolari hanno previsto possano realizzarsi.

La piattaforma per le spese digitali è completamente gratuita

Passando all’ultima categoria, infine, quella riguardante i costi, myfoglio è assolutamente gratuito (nella versione free) e permette di poter creare un numero illimitato di: fatture, schede anagrafiche dei clienti e fatture elettroniche PA (Pubblica amministrazione) e presenta un archivio virtuale contabile pari a 50MB. Se invece si decide di avere alcune funzioni in più (come la multiutenza o uno spazio di archiviazione pari a 100MB) la piattaforma avrà un costo pari a 60 euro l’anno, ovvero cinque euro al mese.

Il cloud computing ha cambiato il modo di archiviare, l’ha reso facile, accessibile ovunque, veloce, sicuro e grazie ai diversi servizi messi a disposizione (tra i quali myfoglio) stanno permettendo non solo alle grandi aziende o multinazionali ma anche alle PMI di semplificare vari aspetti burocratici del proprio business, eliminando non poche preoccupazioni legate a perdite o furto di dati che, tra cyber security e privacy, rischierebbero soltanto di creare danni esponenziali.