adv

Rispetto delle norme covid ma anche contrasto all’illegalità diffusa. Presenza costante fino a notte fonda. Sanzionati anche gli automobilisti che affidano le proprie auto ai parcheggiatori abusivi

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli ha disposto servizi a largo raggio su tutto il territorio della città ponendo massima attenzione sulle aree tipicamente caratterizzate dalla movida notturna. Massiccio l’impiego delle forze impiegate: Carabinieri delle Compagnie del Vomero, della Napoli Centro e della Napoli Bagnoli ma anche i Reparti specializzati dell’Arma e le unità cinofile.

I militari della Compagnia del Vomero, insieme a quelli del Reggimento, delle unità cinofili e del nucleo ispettorato del lavoro, hanno presidiato via Aniello Falcone.

Durante la notte i Carabinieri hanno identificato 78 persone e controllato 41 mezzi. Rinvenuti e sequestrati 5 involucri di sostanza stupefacente lasciati a terra nei pressi di un locale, probabilmente da qualcuno che temeva di essere controllato dai Carabinieri che presidiavano la zona.

Controlli anche ai bar presenti nella zona: 6 i titolari sanzionati per un importo complessivo di quasi 40mila euro. Sospesa anche un’attività. In un locale, infatti, è stato trovato un lavoratore in “nero” ed un impianto audiovisivo finalizzato al controllo a distanza dei lavoratori non preventivamente autorizzato.

Durante i controlli nelle zone della movida i Carabinieri della Stazione di Napoli Pianura hanno arrestato un 22enne incensurato della zona il quale,  tossicodipendente, aveva aggredito la madre invalida e minacciato di morte i propri fratelli. Le minacce son continuate anche in presenza dei Carabinieri che non hanno potuto far altro che bloccare ed arrestare l’uomo che ora è in attesa di giudizio.

I Carabinieri della Compagnia di Napoli Bagnoli insieme ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli hanno controllato diversi locali nel quartiere Posillipo. In uno di questi sono stati trovati 3 lavoratori in nero: per il titolare è scattata la sospensione dell’attività e la sanzione di 13mila euro.

187 le persone le persone identificati e 110 i mezzi, tra auto e moto – controllati.

Non sono stati da meno i Carabinieri della Compagnia Napoli Centro. I militari della locale Compagnia hanno controllato le zone del Centro Storico e dei Decumani insieme a quelli del Reggimento, del Nil, del Nas e del personale Arpac.

Durante i controlli sono stati sanzionati 18 ragazzi per mancato rispetto delle norme covid: non indossavano la prevista mascherina chirurgica.

Il titolare di un ristorante in via Santa Teresa a Chiaia è stato denunciato per mancata visita medica del personale dipendente, c’erano anche 2 persone che lavoravano nonostante non fossero stati mai assunti. L’attività è stata sospesa e la sanzione irrogata ammonta a 15mila euro.

80 le persone identificate e 23 i motocicli controllati. Controlli anche per il rispetto del codice della strada con sanzioni per un importo complessivo di 20mila euro.

Morsa sui parcheggiatori abusivi della movida: 5 le persone denunciate. Sanzionati anche alcuni automobilisti per aver incautamente affidato la propria auto al “vigilante”, lasciandogli le chiavi, che non era munito di patente: per loro una sanzione di 398 euro.

I controlli del Comando Provinciale di Napoli continueranno anche questa sera e nei prossimi giorni.