adv

65 le persone sanzionate per contrastare il dilagare del contagio da Covid, 9 le persone arrestate, 19 quelle denunciate a piede libero

Non si fermano i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli per il contrasto all’illegalità diffusa e al rispetto delle normative anti Covid19.

Città e provincia sono state presidiate da centinaia di militari affinché fossero rispettate le prescrizioni inserite nei decreti governativi destinati a limitare il dilagare dell’epidemia da corona virus.

65 le persone sanzionate per violazioni alla norma anti-covid

Ma soprattutto molteplici sono stati gli interventi dove i Carabinieri, utilizzando l’arma della persuasione a una responsabile adesione alle prescrizioni imposte, hanno invitato le persone ad indossare correttamente le mascherine e a sciogliere gli assembramenti.

Le zone maggiormente interessate dagli interventi dei Carabinieri e dove sono state elevate la maggior parte delle sanzioni sono: il lungomare Partenope, Via Mergellina e Via Caracciolo, il Vomero, nonché le spiagge pubbliche con accesso da Via Posillipo.

La maggior parte dei sanzionati sono ragazzi tra i 20 e i 25 anni. Alcune persone sono state sanzionate anche per aver violato il “coprifuoco”.

Alcuni rapinatori, poi, sono stati arrestati in flagranza dopo aver compiuto rapine a esercizi commerciali, un pregiudicato è stato arrestato dopo aver perpetrato una truffa a una coppia di anziani 90enni, altri sono arrestati per spaccio di droga ed estorsione.