Arma dei Carabinieri
adv

Dopo un frontale i Carabinieri arrestano 49enne. Sulla circumvallazione esterna contro mano. Coinvolti anche due automobilisti, cinque feriti

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni, danneggiamento e omissione di soccorso Luigi di Nardo, 49enne di Giugliano in Campania già noto alle Forze dell’Ordine.

I militari, nell’ambito di uno dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli, stanno percorrendo via Bakù quando osservano un’auto sospetta e decidono di seguirla per capire meglio i suoi movimenti.

Il 49enne accelera e i Carabinieri gli intimano l’ALT. L’uomo non si ferma ma anzi accelera e sperona l’auto dei Carabinieri nel tentativo di fuggire. Ne nasce un inseguimento fino alla rotonda di Melito di Napoli che il malvivente percorre contromano.

Lì, l’uomo, ormai deciso a fuggire dai militari, percorre la strada a forte velocità e tampona frontalmente una donna a bordo della sua auto ignara di cosa stesse accadendo. La gazzella, invece, impatta in un’altra auto dove a bordo c’è un uomo.

Macchine semi-distrutte ma il 49enne non si arrende e, claudicante, tenta la fuga a piedi. Raggiunto da un Carabiniere, sceso fortunatamente incolume dall’auto, viene bloccato e arrestato. Perquisito, è stato trovato in possesso di due dosi di eroina e cocaina.

Tanto spavento ma alla fine le 5 persone coinvolte, trasportate all’ospedale, se la caveranno con sette giorni di prognosi. L’arrestato, una volta medicato da personale del 118, è stato condotto al carcere in attesa di giudizio.