adv

Due persone denunciate e mille metri quadri sequestrati

I Carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale del Gruppo di Napoli, nell’ambito del contrasto al fenomeno della gestione illecita di rifiuti, durante un controllo hanno fermato due autocarri che trasportavano dei rifiuti e li hanno ispezionati prestando particolare attenzione alla documentazione.

I militari avevano dei dubbi circa i formulari identificativi di rifiuti: probabilmente non era indicata la reale tipologia trasportata.

Gli autocarri son stati fatti rientrare presso il sito di carico di rifiuti nell’area ex Italsider di Bagnoli. Lì, i militari hanno verificato che i rifiuti stoccati e quelli trasportati erano della stessa tipologia.

A vista, però, i rifiuti erano impregnati di idrocarburi e di altre sostanze.

E’ intervenuto il personale dell’ARPAC per i campionamenti dei rifiuti e poi è scattato il sequestro dei due camion. Sequestrata anche la documentazione e l’area di stoccaggio di mille metri quadri ricoperta da rifiuti.

Denunciati il rappresentante legale dell’azienda di trasporto e quella di stoccaggio per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e trasporto illecito.