adv

Un chilo e mezzo, la quantità di  stupefacente sequestrato

I Carabinieri della stazione di Napoli Marianella, hanno arrestato per detenzione di droga, a fini di spaccio, Antonio Scognamiglio, 34enne del posto già noto alle Forze dell’Ordine.
I Carabinieri lo hanno fermato in via Emilio Scaglione. Guardava il suo smartphone e – appoggiato alla sua auto – non si è accorto dell’arrivo dei Carabinieri. I militari – conoscendolo – hanno deciso di controllarlo, ma la perquisizione non dava i frutti sperati se non una “stecchetta” di hashish. Il 34enne era comunque troppo agitato e quindi i militari hanno deciso di perquisire la sua utilitaria. All’interno un fortissimo odore di hashish, ma della droga nemmeno l’ombra. I Carabinieri non si sono arresi e la perquisizione è stata più approfondita del solito. Nel vano dello stereo, con schermo, c’era il bottino. 13 i panetti di hashish da quasi 100 grammi l’uno, rinvenuti e sequestrati. Alcune stecche erano stipate anche nella plastica che custodisce le cinture di sicurezza.
La perquisizione è stata estesa anche a casa di Scognamiglio e lì i militari hanno trovato altre 74 dosi della stessa sostanza stupefacente, per un peso complessivo di 200 grammi.
Sequestrati, infine 150 euro provento del reato e vario materiale per il confezionamento della droga.
L’arrestato è stato tradotto al carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.