Napoli Teatro Festival
Dall'8 giugno al via il Napoli Teatro Festival Italia
adv

Inizierà tra pochi giorni la dodicesima edizione del Napoli Teatro Festival con circa 200 eventi, 37 giorni di programmazione e oltre 60 prime

Dall’8 giugno fino al 14 luglio andrà in scena il Napoli Teatro Festival Italia, uno degli eventi più attesi dai professionisti campani dello spettacolo.

Nata nel 2007 e giunta alla sua 12° edizione, è un festival di teatro internazionale che si svolge ogni anno nel capoluogo campano durante i mesi di giugno e luglio. Produce spettacoli, promuove la scrittura di testi per il teatro, valorizza luoghi, artisti e professionalità della città partenopea.

Anche questa edizione, per la terza volta, sarà diretta da Ruggero Cappuccio.

Napoli Teatro Festival: la dodicesima edizione

Per questa edizione del Napoli Teatro Festival, che durerà 37 giorni, andranno in scena numerosi spettacoli. Oltre 150 eventi distribuiti in 40 luoghi tra Napoli e altre città della Campania (Salerno, Benevento, Caserta, Carditello, Baia, Amalfi, Pietrelcina e Mercogliano), con circa 60 prime nazionali e internazionali.

Una programmazione che si declina tra teatro, danza, letteratura, cinema, musica, mostre e laboratori, con più di 800 artisti coinvolti.

Il Napoli Teatro Festival, quest’anno, amplia anche la propria struttura organizzativa. Alle 11 sezioni già consolidate: Italiana, Internazionale, Osservatorio, Danza, SportOpera, Musica, Letteratura, Cinema, Mostre, Laboratori, Progetti Speciali, si aggiunge la nuova sezione dedicata al Teatro Ragazzi.

Napoli Teatro Festival: i luoghi coinvolti

Il Palazzo Reale di Napoli sarà, per la terza volta consecutiva, la sede principale della manifestazione. Oltre alla biglietteria e all’Infopoint, ospiterà proiezioni, incontri, spettacoli, mostre e concerti. Il suo Giardino Romantico accoglierà il Dopofestival e vi sarà allestito il bookshop e un’area ristoro.

Numerosi sono i teatri della città coinvolti nella manifestazione: San Ferdinando, Trianon-Viviani, Teatro Nuovo, Politeama, Sannazaro, Galleria Toledo, Diana, Mercadante e molti altri.

Tra gli spazi artistici, storico e culturali a fare da cornice al Festival ci saranno: il Museo Madre, Palazzo Venezia, la Farmacia degli Incurabili, l’Anfiteatro di Pompei, il Duomo di Salerno, l’Abbazia di Mercogliano, il Duomo di Amalfi, la Reggia di Caserta, il Teatro Naturale di Pietrelcina, la Reggia di Carditello e tanti altri.

Napoli Teatro Festival
Per la 12° volta la città partenopea ospiterà il Napoli Teatro Festival

L’apertura dell’edizione 2019

L’edizione 2019 si aprirà con un omaggio al regista lituano Eimuntas Nekrosius, recentemente scomparso, da sempre legato a Napoli e al Festival.

Andrà in scena, infatti, alle 21 al Teatro Politeama Zinc (Zn), un allestimento di Nekrosius ispirato ai romanzi del premio Nobel per la letteratura Svetlana Aleksievic.

Inoltre, alle 17 dell’8 giugno, sarà inaugurata la mostra Il Meno Fortas, a cura di Marius Nekrosius e Nadezda Gultiajeva. Qui saranno esposte per l’intera durata del Festival fotografie, bozzetti, appunti e oggetti di scena degli spettacoli del regista lituano.

Le iniziative di quest’anno

Il Napoli Teatro Festival all’interno del programma di quest’anno tenderà a promuovere le rappresentazioni di prosa e danza contemporanea.

Inoltre, metterà in scena spettacoli e concerti anche in sedi non convenzionali.

Valorizzerà il patrimonio culturale della città di Napoli e della regione Campania, dando spazio a realtà teatrali emergenti.

Proporrà mostre e attività espositive, offrendo la possibilità di confronto e formazione ai giovani attraverso laboratori gratuiti. Presenterà uno spazio per il cinema e per la letteratura, investendo in progetti speciali legati alla drammaturgia, alla letteratura dello sport, alla ricerca e alla divulgazione scientifica.

 

Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.