Sparatoria
Arrestato un uomo dopo una sparatoria avvenuta lo scorso luglio vicino Napoli
adv

Dopo la sparatoria di luglio vicino a Napoli, è stato arrestato uno degli uomini coinvolti

Lo scorso luglio a Frattaminore, vicino a Napoli, si rischiò una tragedia per futili motivi: due uomini dopo un diverbio nato durante una partita di calcetto, si sono inseguiti con il motorino e si sono scagliati, uno contro l’altro, dei colpi di pistola, una sparatoria in perfetto stile da Far-West.

Notizia di poco fa, è che uno dei due uomini coinvolti, Giovanni Bonaventura Franzese, è stato arrestato dai carabinieri di Frattamaggiore (Napoli) e portato nel carcere di Poggioreale.

Le indagini continuano

Nonostante l’arresto del 30enne di Frattaminore, i carabinieri stanno continuando le indagini alla ricerca del secondo uomo coinvolto nella sparatoria. Si tratta di Salvatore Mennillo 29enne di Frattamaggiore che, dopo l’episodio di luglio, è introvabile.

Ricordiamo che dopo la sparatoria, i due furono portati all’ospedale di Aversa, in provincia di Caserta, per delle ferite alle gambe. Dopo il ricovero, però, si diedero alla fuga. L’accusa per entrambi, già noti alle forze dell’ordine, è molto pesante: tentato omicidio e porto abusivo di armi.

Ancora un caso di criminalità sul territorio napoletano. La cosa più assurda, però, è la facilità con cui degli uomini si sparano uno contro l’altro per futili motivi.