Home Tecnologia Netflix, possibile abbonamento per soli smartphone in India

Netflix, possibile abbonamento per soli smartphone in India

79
Netflix, abbonamento per soli smartphone in India. Foto di https://quotecatalog.com/
Foto di https://quotecatalog.com/

Per rendere più accessibili i propri servizi, Netflix sta valutando di proporre al pubblico indiano un abbonamento a costo ridotto, per soli smartphone

 

L’India è un Paese in continua crescita e, come tale, particolarmente interessante per le grandi aziende tecnologiche, i cui servizi e prodotti stanno finalmente raggiungendo il grande pubblico indiano. Scontato, a questo punto, il coinvolgimento di grandi compagnie streaming come Netflix o Spotify, che devono, però, fare i conti con concorrenti locali dai prezzi molto più accessibili. Il prezzo di un abbonamento Netflix va dalle 500 rupie di base alle 800 rupie dell’account premium, laddove altri servizi simili arrivano a costare anche sole 200 rupie. Una soluzione, però, potrebbe accontentare tutti e, chissà, interessare poi anche i Paesi occidentali.

Netflix solo su smartphone

Netflix, come ben sappiamo, permette di utilizzare i propri servizi su praticamente ogni tipo di dispositivo, dalla smart tv al pc, passando per smartphone, tablet e console da gaming. Ecco però che, per andare incontro alla disponibilità economica della popolazione indiana, la soluzione sembra essere quella di offrire un servizio ridotto ad un prezzo a sua volta inferiore a quello dell’abbonamento classico. Si tratta, in sintesi, di una sottoscrizione che consentirebbe l’utilizzo di Netflix solo su smartphone, escludendo tutti gli altri dispositivi. A risentirne sarebbe anche la qualità dello streaming, che escluderebbe FullHD e UHD (anche, immaginiamo, per limitare l’utilizzo del traffico dati al minimo indispensabile). Certo, per gli standard degli smartphone attualmente in commercio una risoluzione di 480p sarebbe ben poca cosa, ma si sa, chi si contenta gode.

Possibilità per il futuro

Siamo sempre alla ricerca di modi diversi tali da rendere Netflix più divertente e accessibile. Verificheremo diverse opzioni in Paesi selezionati in cui i membri possano, ad esempio, guardare Netflix sul proprio dispositivo mobile ad un prezzo inferiore e iscriversi in intervalli di tempo più brevi. Non tutti vedranno queste opzioni e non è detto poi che questi piani specifici vengano poi realmente inseriti nel catalogo” ha dichiarato un portavoce di Netflix, confermando l’indiscrezione ma andandoci coi piedi di piombo. Per il momento, comunque, il servizio sarebbe in fase di test e, stando alle attuali voci, dovrebbe essere proposto ad un prezzo di 250 rupie (circa 3,7 dollari) al mese. Tutto è in forse, dunque, ma non è escluso che, in futuro, soluzioni del genere arrivino anche in Europa e, quindi, in Italia, dove pure la concorrenza è destinata ad aumentare. Allo storico rivale Prime Video, infatti, andrà a breve ad aggiungersi il servizio streaming di Disney, che sicuramente darà filo da torcere a tutti i diretti concorrenti. Qualche soluzione per aumentare l’appeal su vecchi e potenziali iscritti, dunque, potrebbe rivelarsi necessaria, nonostante numeri che, ad oggi, restano più che soddisfacenti. Vedremo poi, nell’eventualità, se l’utenza europea apprezzerà o meno una simile offerta e se, nel caso, le rivali di Netflix si attrezzeranno con servizi simili. Per ora, se l’indiscrezione sarà confermata, toccherà agli utenti indiani fare da cavie.

 

Avatar
Nato a Napoli il 29/06/1993, la passione per la scrittura e per la tecnologia crescono in lui quasi pari passo: questa duplice natura lo porta a frequentare la facoltà di Ingegneria Chimica e contestualmente a coltivare le proprie velleità di scrittore. Comincia a collaborare con PSB nel giugno 2018, sperando di trovare in quest’esperienza il perfetto connubio di questi due animi.