Ritratto di elmhed
Ritratto di elmhed
adv

John Goodenough, Stanley Whittingham e Akira Yoshino hanno vinto il Nobel per la Chimica 2019 per l’invenzione delle batterie a litio

La straordinaria invenzione ha rivoluzionato la nostra vita in quanto le batterie vengono utilizzate comunemente dai telefoni cellulari ai computer fino ai veicoli elettrici. Lo statunitense John B. Goodenough, il britannico M. Stanley Whittingham e il giapponese Akira Yoshino hanno così aperto la strada a fonti di energia rinnovabili che non sfruttano i combustibili fossili.

Gli inventori

Goodenough di 97 anni, è nato in Germania, a Jena, nel 1922 e dal 1952 ha lavorato negli Stati Uniti, nell’Università di Chicago e poi in quella del Texas ad Austin. Whittingham di 78 anni, è nato in Gran Bretagna e dopo aver lavorato nell’Università di Oxford si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha insegnato nell’Università di New York. Yoshino di 71 anni, è nato nel 1948 in Giappone, a Suita ed ha lavorato nell’Università di Osaka e poi nella Meijo University di Nagoya.

La Reale Accademia Svedese per le Scienze afferma che gli inventori “hanno reso possibile un mondo ricaricabile e con il loro lavoro, i vincitori hanno creato le condizione per una società senza fili e libera dai combustibili fossili, portando un grande beneficio per la società”.

I vincitori hanno avuto un compenso in denaro di 9 milioni di corone svedese che equivale quest’anno a 835 mila euro, in più una medaglia d’oro e un diploma. Tutti i vincitori parteciperanno a un’importante cerimonia a Stoccolma, in presenza del re di Svezia, il 10 dicembre. Quella data corrisponde all’anniversario della morte di Alfred Nobel, l’imprenditore svedese che decise all’epoca di fondare il premio per i benefattori dell’umanità.

Le batterie

Il litio è un metallo tenero di colore argento, che si ossida velocemente a contatto con l’aria o l’acqua. Questo materiale fu scoperto dal chimico e statista brasiliano José Bonifácio de Andrada e Silva nel 1800, in una miniera in Svezia. Gli elementi agli ioni di litio utilizzano i seguenti materiali: l’anodo è fatto con carbonio, il catodo è un ossido metallico e l’elettrolita è un sale di litio in solvente organico.

Le batterie a litio sono più piccole e più leggere delle batterie al nichel ma si ricarica tre volte più rapidamente di una a nichel e l’energia mantiene la sua carica più a lungo. La batteria a litio può essere ricaricato fino a 1.200 volte.