Noemi è fuori pericolo
adv

Noemi, la bambina ferita in un recente agguato camorristico, è fuori pericolo. Lo hanno reso noto i medici del Santobono

Era il 3 maggio 2019, un venerdì qualsiasi, quando una bambina di soli 4 anni, Noemi, è stata ferita a causa di un agguato camorristico occorso a Piazza Nazionale, Napoli.

Da allora, la piccola è stata ricoverata all’Ospedale Pediatrico Santobono.

La situazione attuale di Noemi

Oggi, 20 maggio, Noemi dopo essersi svegliata dal coma, non è più in pericolo di vita. La notizia, giunta in tarda mattinata, è stata diffuso dagli stessi medici che hanno in cura la piccola tramite un bollettino medico ufficiale.

La bambina non presenta complicazioni respiratorie, dunque può respirare autonomamente senza necessità di macchinari di supporto.

I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico generale è in netto miglioramento. La prognosi per ciò che concerne la vita è sciolta.

Per i prossimi sviluppi clinici bisognerà aspettare 7 giorni, quando i medici dirameranno il prossimo bollettino.

Situazione grave a Napoli

Nonostante che la piccola napoletana sia ormai salva e che gli autori del terribile gesto siano stati catturati dalle forze dell’ordine non si può non rimanere attoniti di fronte a ciò che sta succedendo in questo ultimo periodo a Napoli.

Sembra, dagli ultimi episodi occorsi in città, che una guerra tra clan sia iniziata e a farne le spese sono sempre i cittadini.

Le diverse autorità, da quelle comunali a quelle statali, devono strettamente collaborare per fare fronte a questa vera e propria emergenza.

Non si aspetti l’ennesima morte di un’innocente per piangere sul cosiddetto latte versato, si agisca subito!!!

Alessandro Maria Raffone, napoletano, classe ‘84, dopo la laurea in Scienze Storiche dell’Università Federico II, ha vinto un premio del Corso di Alta Formazione in Scienze Politiche “Studi Latinoamericani” dell’Università La Sapienza con la tesi Italia Fascista, Italiani all’estero e Sud America. Nel 2015 ha fondato l’Associazione Culturale “Heracles 2015”, la cui mission è far conoscere gli aspetti meno noti di Napoli. Ha scritto per la rivista Il Cerchio, e ha collaborato con il think thank indipendente Katehon. Ha concluso il Dottorato di Ricerca in “Storia, culture, e saperi dell’Europa Mediterranea dall’antichità all’età contemporanea” presso l’Università degli Studi della Basilicata nel febbraio 2018.