Noemi
La piccola Noemi è finalmente uscita dall'ospedale
adv

Dopo poco più di un mese in ospedale, la piccola Noemi è tornata a casa dove proseguirà le cure

Nel corso dell’ultimo mese vi abbiamo raccontato l’evolversi della situazione della piccola Noemi, la bambina che fu colpita da un colpo di pistola poche settimane fa a Piazza Nazionale. Ora è giunta una bellissima notizia, è stata dimessa dall’ospedale Santobono, dove era ricoverata.

Dopo l’arresto dei delinquenti che l’hanno gravemente ferita e il risveglio dal coma, ecco giungere l’annuncio che tutti attendevano: finalmente torna a casa.

Noemi: continuano le cure

Nonostante l’uscita dall’ospedale e i netti miglioramenti, Noemi dovrà continuare le cure anche a casa.

Un grande passo in avanti rispetto alle condizioni iniziali. Ricordiamo che i medici avevano definito il colpo subito dalla bambina come una ferita “da guerra”.

La terapia riabilitativa dovrà, ora, proseguire grazie al supporto e all’assistenza domiciliare dell’Asl Napoli 1. Infatti, per un’ora al giorno per cinque giorni a settimana un fisiatra si prenderà cura della piccola direttamente nell’abitazione.

Questa terapia di riabilitazione durerà circa un mese, al termine del quale ci saranno le normali visite di controllo al Santobono per verificare che tutto stia andando per il meglio.

Noemi la gioia del padre

Il ritorno a casa di Noemi è una grande gioia per tutti, ma soprattutto per i familiari che hanno vissuto dei giorni difficili. Il padre ha esternato la sua felicità dichiarando: “Finalmente siamo a casa e speriamo di riposare tutti insieme. Non ci sembra vero”.

Noemi
La piccola Noemi continuerà le cure nella sua abitazione

Le dichiarazioni delle istituzioni

Non potevano mancare le dichiarazioni delle più alte cariche locali e nazionali. Dal suo profilo Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha scritto:

“Questa mattina, nel giorno in cui lascia il Santobono, ho fatto visita alla piccola Noemi e ai suoi genitori. È stato un incontro emozionante, simile a quello avuto nei giorni successivi al gravissimo episodio di cui è stata vittima innocente. Bisogna ancora una volta dire grazie ai medici e al personale sanitario che sono stati straordinari, confermando quanto sia un’eccellenza l’ospedale Santobono. A Noemi abbiamo donato la bambola della sirena Partenope, mascotte della Napoli 2019 Summer Universiade. È stata felicissima, un inno alla vita. Continueremo ad essere vicino a Noemi, che finalmente è tornata a casa, e alla sua famiglia.”

Anche il vicepremier Luigi Di Maio ha scritto un pensiero per la bambina su Twitter, ribadendo anche la volontà del governo di arginare i fenomeni criminali:

“La piccola Noemi oggi è rientrata a casa ed è una bellissima notizia. Un abbraccio a lei e alla sua famiglia, con il cuore. Lo Stato c’è e combatterà con tutta la sua forza, sempre, ogni forma di criminalità.”

Non dimentichiamo neanche la mobilitazione di tutta la società civile, di quella Napoli per bene che vuole estirpare la mala vita dalle strade della città e che ha dimostrato grande vicinanza a Noemi e alla sua famiglia.

 

Avatar
Nato a Napoli nel 1983, Francesco De Fazio consegue, con lode, la laurea magistrale nel 2012 in “Comunicazione pubblica e d’impresa” presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli e nel 2013, presso lo stesso ateneo, si specializza come “Esperto nell’orientamento scolastico, universitario e professionale”. Nel 2011 ha svolto un tirocinio presso l’Ufficio stampa del Provveditorato alla Opere Pubbliche Campania e Molise, ma la passione del giornalismo continua nel corso degli anni continuando a scrivere per vari giornali online. L’esperienza più significata inizia nel giugno 2012 dove lavora presso il Servizio di Orientamento e Tutorato del Suor Orsola Benincasa. In qualità di Consulente all’Orientamento ha svolto attività di: consulenza e colloqui di orientamento didattico e professionale, promozione di Ateneo, gestione social network, tutor d’aula.