Si chiamano 6.2 e 2720 i nuovi telefoni pensati da Nokia, che non smette di strizzare l’occhio al suo glorioso passato
adv

Si chiamano 6.2 e 2720 i nuovi telefoni pensati da Nokia, che non smette di strizzare l’occhio al suo glorioso passato

Che l’uomo tenda a provare nostalgia delle epoche passate non è una novità: è piuttosto scontato, quindi, che in questi anni dominati dagli smartphone qualcuno rimpianga l’immediatezza, la solidità e la durata dei telefonini di una volta. Nokia non se lo fa ripetere due volte e, dopo la riedizione del mitico 3310, sta per immettere sul mercato qualcosa che farà sicuramente felici i nostalgici di tutto il mondo.

Nokia 6.2 e Nokia 2720

Sono due, in realtà, i modelli che la multinazionale finlandese sta per mettere in commercio. Si tratta di due prodotti completamente diversi per caratteristiche e pubblico al quale sono indirizzati: basta dare un’occhiata alle specifiche e all’aspetto per capire il perché.

Nokia 6.2 è infatti un comunissimo smartphone di fascia medio-bassa: schermo da 6,3 pollici always-on dotato di tecnologia PureDisplay e tre fotocamere posteriori con intelligenza artificiale, una da 16 megapixel più una super-grandangolare da 8 e un sensore di profondità da 5 megapixel, inserite in un modulo rotondo. Di 8 megapixel, invece, la fotocamera frontale inserita in un notch a goccia. Il processore montato è un Qualcomm Snapdragon 636, a cui danno supporto 4 GB di Ram e 64 GB di memoria interna; il sistema operativo è Android 9 in versione Android One, mentre è sicuramente degna di nota la batteria da 3.500 mAh che dovrebbe garantire fino a due giorni di autonomia.

Il discorso cambia per quanto riguarda il Nokia 2720: ci troviamo infatti di fronte a un ibrido tra uno smartphone e un classico flip phone, cellulare richiudibile “come quelli di una volta”. Qui troviamo uno schermo esterno da 1,3 pollici e uno interno da 2,8 pollici mentre, udite udite, saranno presenti dei tasti fisici coadiuvati da un tasto per le emergenze e uno dedicato al Google Assistant. La batteria in dotazione farà felici tutti coloro che vorranno utilizzarlo come telefono d’emergenza da tenere sempre a disposizione: l’autonomia garantita in stand-by è infatti di ben due settimane! Il telefono sarà comunque in grado di supportare le app più basilari come WhatsApp e Facebook.

I due device si collocano ovviamente in fasce di prezzo differenti: se il Nokia 6.2 costerà infatti 260 euro il 2720 arriverà a costarne 100, senza differenze di prezzo tra la versione nera e quella grigia (uniche due disponibili al momento).

Smartphone ma non troppo

Il Nokia 2720 si presenta quindi come una scelta che potrebbe risultare appetibile a chi dovesse aver voglia di evadere dalla schiavitù allo smartphone e alla connessione costante, pur non rinunciando al momento di svago scrollando la home di Facebook o rispondendo ad un messaggio su WhatsApp.

La durata della batteria imparagonabile a quella di qualunque altro smartphone fa comunque di modelli come questo 2720 dei validissimi compagni di viaggio da tenere sempre a portata di mano, per tornare con la mente ai tempi in cui dimenticare a casa il caricabatterie non era sinonimo di disastro.